Che lavoro fa e quanto guadagna un chimico? La chimica può essere considerata, così come la fisica, una delle branche della scienza più significative, in quanto tutto ciò che esiste nel mondo, sia esso naturale o artificiale, è costituito da prodotti chimici.

Lo specialista di questa occupazione

Il lavoro di un tecnico chimico, dunque, è quello di specialista nello studio dei materiali e dei prodotti chimici presenti nell'ambiente. La ricerca chimica infatti è necessaria per lo studio della natura già esistente e per l'invenzione e la scoperta, nonché lo sviluppo, di nuovi materiali sintetici creati in laboratorio.

Il lavoro del chimico corrisponde allo specialista che in laboratorio dà vita a prodotti dall'uso più variegato: dalla colla alla vernice, dai tessuti in fibra sintetica al petrolio, tutti i materiali che entrano a far parte della nostra vita quotidiana sono usciti dagli studi di un tecnico chimico.

Una delle figure più ricercate

immagine per Quanto guadagna un chimico

Per questo motivo, il chimico è una figura molto ricercata nel mondo del lavoro. Il lavoro di un laureato nel settore ha un'ampia gamma di applicazioni cui rivolgersi: basti sapere che ad esempio negli scorsi anni sono stati assunti circa 91000 in tutta Italia per i ruoli più disparati. Se volete sapere, inoltre, quanto guadagna un chimico continuate con la lettura dell'articolo.

Poco meno della metà trovano un lavoro nell'ambito delle ditte di manifatturiera chimica; il lavoro di un tecnico chimico di questo tipo è suddiviso poi fra lavoratori in ditte di produzione di prodotti plastici, di prodotti detergenti, di vernici, di antiparassitari, di prodotti chimici industriali e di prodotti di chimica organizza. Recentemente si sta sviluppando una nuova figura, ossia quella persona qualificata che lavora in questo settore ma nella tutela dell’ambiente: il chimico verde.

Altre tipologie di lavoro per laureati in questa disciplina

Un altro tipo di lavoro adatto ad un laureato in questo campo è quello nell'ambito dell'ingegneria e dell'architettura, come consulente tecnico sullo stato dei materiali. Altra scelta di successo per un chimico che abbia questo interesse è quella di un lavoro nel campo dell'istruzione, come insegnante sia nelle scuole superiori che nelle università.

Per chi avesse interessi a lavorare negli Stati Uniti, la figura del tecnico chimico è molto ricercata e ben remunerata: per capire quanto guadagna un chimico si va dai 30 mila dollari per la figura di tecnico di base ai 60 mila dollari annui per un tecnico chimico di alto livello, impiegato nei servizi di ricerca scientifica.

Questo profilo è ricercato anche in Italia, ma gli stipendi sono di gran lunga più bassi: per capire quanto guadagna un chimico in Italia si va dai 27 mila euro lordi per chi ha poca esperienza, fino adarrivare ad un massimo di 47 mila euro lordi annui per chi ha già una esperienza di almeno una decina d'anni.

Il chimico verde

Un settore che sta crescendo molto in Italia e nel mondo è la green economy e in questo ambito non deve essere trascurato il lavoro del chimico. Infatti in questo compartimento il nostro Paese è all’avanguardia e anche se non può investire le risorse delle grandi potenze (gli Stati Uniti nel 2013 hanno impiegato 7 miliardi di dollari contro i 700 dell’Italia) mantiene un grande livello di qualità in impianti di questo genere.

 

Potrebbe interessarti

Mobilità Scuola 2018/19: i corsi di perfezionamento per ottenere punteggio

mobilità del personale scolastico

Negli ultimi mesi si è discusso a lungo per il rinnovo del contratto sulla mobilità che interessa più di un milione di lavoratori tra docenti e personale ATA. A febbraio si è giunti, finalmente, alla sottoscrizione di un accordo tra MIUR e sindacati che ha visto la proroga integrale del Contratto sulla mobilità 2017/18 per l’anno scolastico 2018/19.

Diventare medico: l'iter formativo in Italia ed alcuni consigli

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Diventare medico: l'iter formativo in Italia

Essere medico è un sogno per tanti giovani e giovanissimi. L'iter formativo da seguire è abbastanza complesso e probabilmente solo se si è spinti da una grande passione si porta a termine il percorso di studi entro i tempi prefissati. 

Come calcolare la pensione INPS: i criteri e l'estratto conto personale

Immagine esemplificativa di assistente sociale per calcolo pensione inps

Il calcolo pensione INPS si fa in base all'anzianità contributiva e all'età pensionabile dal lavoratore maturata al 31 dicembre 1995. I criteri per determinare la pensione INPS può essere: contributivo, retributivo o misto. Alla base di questi tre sistemi di calcolo vi è il numero di anni di contributi versati fino al 1995 e cioè più o meno di 18 anni o alcuna anzianità contributiva.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Lavorare come promoter? Ecco un approfondimento da non perdere

lavorare come promoter: un'immagine di questa professione

Lavorare come promoter può rappresentare la soluzione lavorativa ideale per chi cerca un’attività non a tempo pieno. Solitamente le offerte di lavoro promoter durano qualche giorno o al massimo 1 o 2 settimane. Le offerte di lavoro promoter sono ben remunerati, circa 6 – 7 euro l’ora e la durata media di lavoro è di 8 ore al giorno.

Lavoro in Cina, la nuova frontiera economica

Immagine esemplificativa del lavoro in Cina

La Cina è senza ombra di dubbio una fra le più grandi potenze economiche internazionali di questo nuovo millennio. Da ormai vari anni tanti italiani trovano lavoro in Cina anche grazie alle offerte segnalate presso le ambasciate, i siti istituzionali o le agenzie interinali.

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Leggi anche...

Colloquio motivazionale: vi sveliamo il segreto per affrontarlo!

Immagine per colloquio motivazionale

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Leggi anche...

Modulo Social Card: tutte le informazioni in un approfondimento dedicato

Immagine esemplificativa presente nell'articolo Modulo Social Card: tutte le informazioni in un approfondimento dedicato 

La social card (o Carta Acquisti) prevede 40 euro al mese per un anno; funziona come una qualsiasi carta ricaricabile e viene ricaricata ogni due mesi di 80.00 euro, per un massimo di 480.00 euro.
 La domanda di ammissione alla classe di cittadini beneficiari può essere presentata direttamente alle poste.

Leggi anche...

Lavoro per disabili: la tutela della legislazione

lavori e normative per i disabili

La legislazione italiana in tema di persone con disabilità ha avuto un’evoluzione significativa con la legge 68/99 "Norme per il diritto al lavoro dei disabili".