Fra le novità proposte nella riforma del mercato del lavoro da parte del Governo Monti, particolare rilevanza hanno le modifiche previste per le tipologie contrattuali. Infatti, per i contratti di lavoro come la collaborazione a progetto e il tempo determinato (oltre ad altre tipologie contrattuali diverse dall'indeterminato), si sono studiate delle modifiche sostanziali atte a disincentivarne l'uso da parte delle aziende, così da favorire l'integrazione a tempo indeterminato per i lavoratori più giovani. Il Governo Renzi ha puntato a modificare ancora di più questo campo attraverso la stipula del Jobs Act che ha come obiettivo quello di riformare il mercato del lavoro.

Modifiche del contratto di collaborazione a progetto

Il contratto di collaborazione a progetto è stata una delle tipologie contrattuali più discusse ma anche più utilizzate dalle aziende negli ultimi anni. Gli interventi della riforma sono volti a favorire una restrizione dell'utilizzo di questa forma contrattuale, andando a rendere più rigide le discipline delle collaborazioni coordinate e continuative..

Per scoraggiare l'uso di questa pratica, il governo ha previsto una serie di disincentivi da attualizzare sia in sede normativa che per quanto riguarda i contributi ad essa afferenti.

 

Innanzitutto, è prevista dal punto di vista normativo una ridefinizione del concetto di contratto a progetto, in maniera più stringente: il contratto a progetto non deve essere infatti una semplice riproposizione dell'oggetto sociale da parte dell'azienda o impresa committente; inoltre verrà abolito il concetto di programma, mentre sarà introdotto il concetto di presunzione relativa, per quanto riguarda la subordinazione della collaborazione in caso di una attività a progetta simile ad una già svolta in precedenza con una stessa azienda committente, da parte dello stesso lavoratore.

Per scoraggiare il recesso del committente prima della scadenza o del completamento del progetto, viene eliminata la possibilità di introdurre clausole di tipo di individuale.

Un ultimo provvedimento in sede disciplinare sulla riforma del contratto a progetto, riguarda una chiarificazione della norma sul regime delle sanzioni, l’art. 69, comma 1, del d.lgs. n. 276/2003,

Modifiche sul regime contributivo del contratto a progetto

riforma contratti a progetto

Per quanto riguarda l'ambito dei contributi, nella riforma del contratto a progetto in corso si va verso l'introduzione di una maggiorazione dell'aliquota contributiva attualmente a favore della gestione separata dell'INPS: questo per ottimizzare l'avvicinamento alle aliquote che sono attualmente in atto nel lavoro di tipo dipendente.

Contratto a progetto: cosa cambia con Renzi?

Le novità previste nel Jobs Act hanno come scopo quello di cambiare le modalità dei contratti a progetto in una riforma che punta anche a ridurre il tanto famoso articolo 18. Partendo dal primo punto, l’esecutivo ha esteso la durata di questa tipologia di contratti fino a 36 mesi (prima l’arco di tempo era fissato a un anno) con la possibilità di proroga all’interno di questo lasso di tempo di otto volte massimo. Il numero di coloro che possono essere assunti tramite il contratto a progetto non deve superare la soglia del 20% per cui se un’azienda ha dieci dipendenti, due lavoratori possono essere integrati con questa forma di contrattualizzazione. Per le imprese con meno di cinque dipendenti, si può assumere un lavoratore sotto questa tipologia di contratto. Per quanto riguarda invece l’articolo 18, l’intenzione del Governo è quella di stiupulare un contratto unico a tutele crescenti per il quale nei primi tre anni viene abolito l’articolo 18, con il lavoratore che dopo questo arco di tempo torna ad avere i benefici della legislazione per quanto concerne il licenziamento e l’eventuale reintegro.

Le critiche sul mercato del lavoro

I contratti a progetto hanno scatenato in questi anni molte polemiche e dibattiti: è veramente una soluzione utile oppure è solo un incentivo alla precarietà, con i giovani che non possono organizzarsi il futuro visto che non possono contare su un contratto indeterminato? E’ la flessibilità il futuro di questo Paese? Gli ultimi dati sulla disoccupazione sono abbastanza allarmanti visto che la quota ha superato il 12%, percentuale raddoppiata rispetto al 2007. Si stima che la maggior parte dei contratti stipulati avvenga proprio attraverso la forma a progetto che se da una parte aiuta gli occupati dall’altra ovviamente non gli permette di crearsi un futuro, soprattutto se tutto ciò avviene per un vantaggio del datore di lavoro di non contrattualizzare nessuno a tempo indeterminato. C’è anche il nodo delle tasse che pesa come un macigno: le imposte sono molto alte e una defiscalizzazione in materia permetterebbe agli imprenditori di poter investire più risorse sull’assunzione di dipendenti, che a loro volta troverebbero un’occupazione stabile, con la conseguente rinascita del consumo e dell’economia visto che ci sarebbero più soldi all’interno del sistema. Diventa ovvio pensare quindi che il limite posto da Renzi sia stata una scelta dettata dall’abuso di questa forma di contrattualizzazione. Il dibattito in sede parlamentare è ancora tutto da sciogliere e bisognerà aspettare le prossime mosse dell’esecutivo per capire bene la portata e i benefici sulla comunità di questo prospetto di riforma del mercato del lavoro.

Potrebbe interessarti

Calcolo della tredicesima per la badante: ecco alcuni spunti interessanti

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo  Calcolo della tredicesima per la badante: ecco alcuni spunti interessanti

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Lavoro interinale: normativa e giurisprudenza

contratto di lavoro interinale

Le Agenzie per il lavoro sono imprese private dedicate alla somministrazione di lavoro interinale, ovvero prestazioni lavorative di carattere temporaneo. Questa tipologia è stata introdotta in Italia nel 1977; la normativa per il lavoro interinale ha subito svariate modifiche sino alla cosiddetta Legge Biagi . La L. 30/2003, inoltre, è quella che autorizza proprio queste agenzie.

Nullità e annullabilità di un Contratto: sai come muoverti?

contratto nullo

Un contratto è invalido quando presenta anomalie, alterazioni, vizi di rilevante gravità, al punto che le parti non sono costrette a rispettare il regolamento che esse hanno dato a quel contratto ai propri rapporti reciproci.

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Pace Fiscale 2019: ecco la verità su una manovra molto discussa

Immagine esemplificativa che rimanda alla pace fiscale

Il condono fiscale rappresenta un dispositivo di legge che si fissa l’obiettivo di andare a sanare dei comportamenti irregolari o illeciti dei contribuenti e, in particolare, riguarda gli errori fatti nelle dichiarazioni dei redditi.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Contenuti correlati 

I più condivisi

Ultimissime novità sulle pensioni di anzianità e sulla quota 96

le nuove normative sulle pensioni di anzianità

Ultimissime novità sulla pensione di anzianità: negli scorsi anni rispetto a quella di vecchiaia, veniva percepita indipendentemente dall'età pensionabile. Si ottiene prima del raggiungimento dell'età pensionabile, o del limite massimo di anzianità di servizio, e in presenza di determinati requisiti assicurativi e anagrafici.

Lavoro nutrizionista: l'esperto del dimagrimento

Quando si intraprende una dieta è bene non fare di testa propria, affidandosi a regimi alimentari dietetici fai da te, ma rivolgersi a un bravo nutrizionista.

Cosa è il demansionamento professionale?

demansionamento professionaleL'articolo 2103 c.c. definisce il significato del termine "demansionamento"; accezione che, chiariamo subito, deve essere, da una parte interpretata in modo elastico e dall'altra deve in modo imprescindibile garantire i diritti del lavoratore. Vediamo più nel dettaglio cosa si intende con il termine demansionamento professionale, con l'approfondimento che proponiamo oggi.

Provini per pubblicità: segui le indicazioni per i casting

diventare attori per pubblicità

Tra le varie professioni legate al mondo dello spettacolo, quella dell'attore pubblicitario fa gola a molti. Soprattutto agli inizi, gli aspiranti artisti che intendono diventare famosi, farsi conoscere e successivamente ottenere parti più importanti in televisione, a teatro e al cinema, intraprendono questa carriera e decidono spesso di fare casting per attori.

Tempi per la liquidazione del TFR: termini e omissioni

Tempi per la liquidazione del TFR

E' spesso possibile che, per motivi di varia natura, il lavoratore si trovi a dover mettere fine a un rapporto di lavoro. Succede che il datore di lavoro effettui il licenziamento che va a riguardare il singolo lavoratore o più di uno; in questo ultimo caso si dice licenziamento collettivo, il quale si verifica specialmente nelle situazioni in cui un'azienda vive particolari periodi di difficoltà di carattere economico o produttivo.

Leggi anche...

Corsi per la sicurezza sul lavoro: perché frequentarli?

nuovi corsi sulla sicurezza sul lavoro

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro

Leggi tutto...

Leggi anche...

Offerte lavoro per call center: ecco come trovare qualcosa di interessante

lavorare in un call centre

Le offerte di cerco lavoro call center si riferiscono al lavoro di telemarketing svolto da operatori e operatrici telefoniche. Le aziende che operano in questo settore svolgono solitamente l'attività di customer service. Ultimamente si è arrivato però a un servizio forse troppo invasivo: nelle abitazioni arrivano decine e decine di telefonate e non è un caso che molte famiglie rispondano stizzite all’ennesima chiamata, anche se capiscono che dall’altro lato della cornetta ci sono persone che lavorano.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Calcolo della busta paga: a mano o con i software online?

Calcolo della busta paga

La busta paga è un prospetto economico che il datore di lavoro si preoccupa di fornire al proprio dipendente e che comprende l’importo al netto, percepito in un determinato periodo di lavoro.

Leggi tutto...
Go to Top