Da quando le tradizionali buste di plastica sono diventate a pagamento, i brand hanno capito di poter sfruttare questo evento per produrre dei sacchetti personalizzati, spesso riutilizzabili, per poter aumentare la visibilità della propria azienda. Sacchetti personalizzati per le aziende: non solo un vezzo, ma un vero e proprio strumento di marketing, in grado di veicolare già dalla confezione la qualità e le caratteristiche di un prodotto.

Soprattutto negli ultimi anni i brand hanno iniziato a investire nelle buste personalizzate che variano sia per estetica e design che per qualità del materiale. Hanno la caratteristica di poter essere utilizzate (e riutilizzate!) in diverse occasioni, presentandosi come un biglietto da visita che riporta le principali informazioni del brand.

Il settore dei sacchetti personalizzabili è così in espansione che ormai sono numerose le aziende specializzate e altamente professionali che si sono dedicate soltanto alla personalizzazione di sacchetti e altri gadget per i brand che desiderano fare una buona campagna di marketing di stampa.

Come creare dei sacchetti con il proprio logo

shopping.jpg

Per creare una shopper personalizzata ci sono alcuni elementi che devono essere necessariamente presenti. Ad esempio il logo è essenziale, essendo un elemento grafico attira di più l’attenzione rispetto al solo slogan

In base poi agli articoli e ai prodotti che vende cambierà anche la scelta di colori e dimensioni  del sacchetto. 

Nel caso si tratti di un’azienda molto affermata, il semplice uso di colori che richiamino il logo rappresenta una pubblicità efficace. Ad esempio una borsa rossa con le scritte bianche tondeggianti può essere associata al marchio della Coca Cola.

Oltre alle scelte più tradizionali, esistono altre soluzioni creative che sono in grado di attirare l’attenzione del passante. E’ in questo modo che si crea un circuito in cui il cliente che gira in città con la tua busta shopper personalizzata farà da pubblicità (gratis) al tuo brand suscitando la curiosità delle persone che potrebbero essere futuri clienti. 

I vantaggi di una shopper unica

busta in tessuto realizzata da Sacchetti Di Tessuto

Per utilizzare il sacchetto personalizzato come parte della propria campagna di marketing, l’azienda deve capire che una shopper, in questo caso, non serve solo per trasportare gli acquisti.

È qualcosa che nel momento in cui arriva in mano al cliente si trasforma in un’occasione importante per stringere con lui un contatto ancora più stretto.

I vantaggi dell’utilizzo di sacchetti personalizzati per il proprio brand sono tanti, non a caso sono usati da numerose aziende:

  • Le shopper personalizzate sono spesso usate nelle fiere per consegnare al pubblico materiale promozionale, opuscoli e gadget. Maggiore è la qualità delle shopper personalizzate più elevata sarà la visibilità e l’affidabilità del marchio;
  • Con le buste shopper personalizzate puoi costruire la corporate identity, cioè per dire al cliente quali sono i valori in cui credi. In base al materiale che scegli, ad esempio, puoi far capire se sei un brand ecologico o di lusso;
  • Le shopper personalizzate possono aiutare a diversificarsi dai competitor;
  • Stampando sulle buste gli indirizzi del negozio si può saltare l’operazione di applicazione manuale delle etichette su ogni busta da spedire. O si possono stampare, nel periodo di saldi, i prodotti in promozione così da trasformare la borsa in un volantino.

Un esempio di shopper personalizzata? Questa qui sotto, presa dal sito dell’azienda Sacchetti di Tessuto.

Quali tipologie di shopper personalizzate

Scegliere di personalizzare i sacchetti con il proprio brand è una scelta che richiede creatività e professionalità. Il sacchetto deve rispecchiare l’azienda, deve essere gradevole alla vista, accattivante e suscitare interesse. In tal modo sono tante le scelte che si possono fare:

  • shopper tematiche: personalizzare i sacchetti in base ai vari periodi dell’anno, ad esempio per il periodo natalizio o di Halloween; 
  • shopper di lusso: per le boutique e i marchi di lusso c’è bisogno di investire di più in sacchetti che abbiano design e colori eleganti e materiali costosi;
  • shopper bio: hanno costi minori ma raccontano molto bene un valore della tua azienda, sono la garanzia dell'ecogenicità della tua azienda ed è un prodotto molto ricercato tra i clienti più attenti all’ambiente. Il materiale più usato per realizzarle è la carta riciclata KRAFT.
  • shopper deluxe: insieme ai sacchetti personalizzati normali è importante produrne una tipologia deluxe, cioè un po’ più costosa e più lussuosa da regalare ai clienti più affezionati. In questo modo, premiando i clienti più fedeli e rendendoli felici, questi useranno di più la shopper continuando ad aumentare il valore del tuo brand

Oltre a queste macro-categorie c’è poi la possibilità di scegliere il tipo di materiale: carta, plastica, juta. Si possono scegliere varie dimensioni o ancora i possono scegliere tipi diversi di manici. Le combinazioni sono infinite.





Potrebbe interessarti

Lavoro congruo: scopriamo insieme le norme a favore dei lavoratori

La circolare del ministero del lavoro nr. 39 del 19 novembre 2010 esige, mediante l'articolo 19 del decreto legge 185/2008, l'obbligo per il lavoratore che percepisce una prestazione di sostegno al reddito di dichiararsi disponibile a una nuova attività, nota anche come lavoro congruo, oppure a un percorso di riqualificazione professionale, per percepire gli incentivi statali.

La tessera sindacale: la voce del lavoratore

Iscriversi ad un sindacato è un diritto di tutti i lavoratori: possedere una tessera sindacale equivale ad avere una garanzia e un sostegno in tutte le difficili situazioni che si possono presentare nella vita lavorativa.

Concorso Docenti 2018: come acquisire i 24 CFU

Stretta di mano dopo un concorso docenti 2018

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59/2017, gli aspiranti docenti di scuola secondaria devono sostenere un concorso che verrà bandito per il 2018. Per accedere, si richiedono 24 CFU ( i Crediti Formativi Universitari) nelle materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologia e tecnologia didattica.

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Immagine esemplificativa di un contratto dopo la riforma del lavoro

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle riunioni con partiti e associazioni sindacali, la sua riforma per il lavoro. Si prevedono modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Come presentarsi ai colloqui di lavoro? Non solo consigli sull'abbigliamento!

Che avvenga per email o per telefono, la prima comunicazione con l'azienda costituisce il primissimo momento della valutazione del candidato. È opportuno, durante queste comunicazioni, essere esaustivi e non dimenticare tutti i dati relativi a contatti e dati anagrafici.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Tutte le facoltà universitarie: scegli quella che fa per te!

Lista delle facoltà universitarie: ecco un'aula 

Cosa fare dopo le scuole superiori? La lista delle facoltà universitarie è lunga e questa è una domanda che milioni di studenti si pongono ogni anno: per questo motivo è opportuno offrire un'ampia panoramica delle principali facoltà presenti sul territorio, verificandone l'offerta formativa e le possibilità di accesso al mondo del lavoro.

Cosa è il demansionamento professionale?

demansionamento professionaleL'articolo 2103 c.c. definisce il significato del termine "demansionamento"; accezione che, chiariamo subito, deve essere, da una parte interpretata in modo elastico e dall'altra deve in modo imprescindibile garantire i diritti del lavoratore. Vediamo più nel dettaglio cosa si intende con il termine demansionamento professionale, con l'approfondimento che proponiamo oggi.

Mobbing sul lavoro: impara a combatterlo

Immagine d'esempio usata nell'articolo Mobbing sul lavoro: impara a combatterlo

Quando si lavora a contatto con altre persone e/o alle dipendenze di un datore di lavoro, possono verificarsi delle situazioni sgradevoli per alcuni lavoratori. Potrebbe infatti verificarsi il cosiddetto fenomeno di mobbing, termine che deriva dall'inglese to mob.

Tasse università a Firenze: quando, come e dove pagarle

Ecco una guida per chi desidera avere informazioni generali circa le tasse università a Firenze e nelle altre università italiane. E’ bene specificare che ogni ateneo e facoltà utilizza degli iter differenti per il pagamento delle rette universitarie. In linea generale però, le università pubbliche seguono le indicazioni riportate di seguito in questa pagina.

Staff leasing: i vantaggi per le aziende, quando conviene

Immagine d'esempio usata nell'articolo Staff leasing: i vantaggi per le aziende, quando conviene

Lo staff leasing è una particolare tipologia di contratto di somministrazione di lavoro, nella quale il lavoratore è assunto a tempo indeterminato. Spesso quando si parla di somministrazione di lavoro si intende il contratto a tempo determinato: il lavoratore viene assunto da un’agenzia per il lavoro per un tempo precisamente specificato, durante il quale svolge per l’agenzia una precisa missine lavorativa. Nel caso dello staff leasing il contratto di somministrazione è a tempo indeterminato.

Leggi anche...

Lavorare con la Partita Iva: quali sono gli obblighi?

libero professionista che lavora con la partita iva

Chi intende aprire una partita IVA deve sapere che, oltre ai vantaggi che da essa potrà trarne, sarà soggetto al rispetto e all'osservanza di alcuni obblighi specifici.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro interinale: normativa e giurisprudenza

contratto di lavoro interinale

Le Agenzie per il lavoro sono imprese private dedicate alla somministrazione di lavoro interinale, ovvero prestazioni lavorative di carattere temporaneo. Questa tipologia è stata introdotta in Italia nel 1977; la normativa per il lavoro interinale ha subito svariate modifiche sino alla cosiddetta Legge Biagi . La L. 30/2003, inoltre, è quella che autorizza proprio queste agenzie.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Permesso parentale: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Permesso parentale: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Il permesso parentale è un diritto che viene dato ad entrambi i genitori per ogni bimbo. Si tratta in definitiva della possibilità di astenersi dal lavoro.

Leggi tutto...
Go to Top