Le date per la scadenza della dichiarazione dei redditi differiscono nei termini a seconda di quale documento si intenda presentare; vedremo a seguire quali siano queste date e in che modo vadano consegnati il Modello 730 (e 730-1) e il Modello Unico, specificando fin da subito che ogni anno possono essere suscettibili di deroghe e posticipazioni previste solo all'ultimo momento in base ad esigenze specifiche.

Scadenza della dichiarazione dei redditi tramite Unico

Sono due le date di scadenza della dichiarazione dei redditi tramite Modello Unico, a seconda della modalità di presentazione:

  • Mercoledì 30 giugno è il termine di consegna in caso di presentazione del Modello Unico in formato cartaceo presso le poste;
  • Giovedì 30 settembre è il termine ultimo di consegna in caso di presentazione del Modello Unico per via telematica. La presentazione in via telematica avviene in due modi: tramite un apposito software disponibile a tutti i contribuenti italiani sul sito dell'Agenzia delle Entrate, in modo gratuito; oppure ci si può avvalere di un professionista abilitato (intermediario). Quest’ultimo solitamente richiede un contributo per il servizio di trasmissione.

Tramite presentazione 730

Sono due le date entro cui presentare il modello 730, a seconda della modalità di presentazione:

  • Venerdì 30 aprile: se il modello 730 è presentato al proprio sostituto d'imposta e poi da quest’ultimo ripresentato all’agenzia delle Entrate;
  • Lunedì 31 maggio: se il modello 730 è presentato da un intermediario, un C.A.F. o a un professionista abilitato.

Aggiornamento

I termini per la consegna della dichiarazione dei redditi sono stati posticipati dietro decreto ministeriale; pubblichiamo a seguire le date aggiornate in data odierna:

  • 16 Maggio: è l’ultima data per presentare il Modello 730 (e 730-1) al datore di lavoro, il quale ha tempo fino al 15 Giugno per rilasciare al dipendente il relativo prospetto;
  • 20 Giugno: entro questo termine, gli interessati dovranno consegnare il Modello 730 e 730-1 ad un professionista abilitato per la destinazione del 5 e dell’8 per mille; questi ultimi hanno tempo fino al 2 Luglio per far pervenire al soggetto la copia del prospetto e fino al 12 Luglio per comunicarlo all’agenzia delle entrate;
  • 2 Luglio: sempre entro questo giorno, gli esonerati dall’obbligo della presentazione a mezzo telematico dovranno recarsi agli sportelli dell’Agenzia delle Entrate per presentare la dichiarazione dei redditi;
  • 9 Luglio: e non più 18 Giugno, è il tempo massimo per il pagamento per intero o della prima rata e dell’acconto del prossimo anno; è possibile anche effettuare il pagamento fino al 20 agosto, con una penale corrispondente al 4% della somma da versare;
  • 18 Luglio: rappresenta la data ultima per pagare il modello unico; in caso di errori o di ritardi, è previsto un ulteriore termine fissato per il 17 agosto, con una mora del 3% (più interessi) sui versamenti non onorati entro il termine ordinario;
  • 1 Ottobre: è infine il tempo limite per la presentazione in via telematica del modello Unico per quanti la inviino di persona o per mezzo di un intermediario.

Scadenze redditi PF, SP e IRAP

Per quanto riguarda la dichiarazione dei redditi PF, il contribuente è tenuto a presentare il modello, personalmente o tramite commercialista, unicamente per via telematica entro e non oltre il 30 Settembre dell’anno in corso. Ci sono però dell’eccezioni, per le quali è possibile presentare la dichiarazione cartacea fino al 30 Giugno, che riguardano:

  • Persone che non possono presentare il modello 730
  • Persone che devono comunicare redditi e dati attraverso il modello Redditi RM, RT e RW
  • Persone che hanno il compito di presentare la dichiarazione a nome di persone decedute

Le società di persone, devono presentare il modello Redditi SP, che serve per esprimere i redditi prodotti durante l’anno precedente. Con questo modello si stabilisce la quota di perdita di ogni socio. Questo modello può essere presentato esclusivamente per via telematica, personalmente o attraverso una persona abilitata entro il 30 Settembre dell’anno in corso.

Sono esentati dal presentare codesto modello:

  • Le ditte coniugali che non vengono gestite come società
  • Le aziende di persone che non risiedono nel territorio dello Stato Italiano

A differenza dei precedenti modelli, la dichiarazione IRAP può essere presentata in forma autonoma senza l’intermediazione di una persona abilitata. Il termine di scadenza per la presentazione è entro il 30 settembre per le persone fisiche, le semplici società e per quelle a nome collettivo o in accomandita semplice. Mentre per quanto riguarda le Amministrazioni pubbliche e i soggetti Ires devono presentare questa dichiarazione entro il 9 mese successivo al periodo di chiusura d’imposta.





Potrebbe interessarti


Contributi co.co.pro: chi, come e quando versarli

I contributi co.co.pro sono versati in parte dal datore di lavoro e in parte dal lavoratore con contratto a progetto. Come i contributi degli altri lavoratori autonomi o dipendenti, i contributi co.co. pro vengono versati per 2/3 della contribuzione Inps dall’azienda, mentre la restante parta (1/3) è versata direttamente dal dipendente.

Leggi tutto...

Mobilità Scuola 2018/19: i corsi di perfezionamento per ottenere punteggio

mobilità del personale scolastico

Negli ultimi mesi si è discusso a lungo per il rinnovo del contratto sulla mobilità che interessa più di un milione di lavoratori tra docenti e personale ATA. A febbraio si è giunti, finalmente, alla sottoscrizione di un accordo tra MIUR e sindacati che ha visto la proroga integrale del Contratto sulla mobilità 2017/18 per l’anno scolastico 2018/19.

Leggi tutto...

Il video curriculum: sfrutta questo strumento!

video curriculum

Negli ultimi due anni, il video curriculum ha modificato profondamente l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, negli USA. Anche in Italia, le grandi aziende affermano che la fase di recruiting sarà influenzata dalle nuove video-candidature.

Leggi tutto...

ICOTEA: la formazione innovativa in risposta al mondo del lavoro

Inserirsi nel mondo del lavoro oggi non è facile. Per essere assunti il diploma di laurea sembra non bastare più, ma occorrono sempre più esperienze e competenze extra scolastiche che formino una figura professionale versatile e adattabile a diversi contesti lavorativi.

Leggi tutto...

I livelli del contratto dei metalmeccanici

Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi


Lavoro Categorie Protette: chi ne ha diritto e le offerte online

Contratto per lavoratori delle categorie protette

Il tema del lavoro per le categorie protette è disciplinato dalla legge numero 68 del 1999. e rientra nella dinamica legata alla tutela del lavoratore. I lavoratori che fanno parte di questa dimensione hanno oltre di 15 anni d'età e non hanno ancora raggiunto l'età pensionabile.

Leggi tutto...

La maternità nel CCNL Contratto di Commercio: come muoversi

Il CCNL Contratto di commercio, rinnovato dal 1 gennaio 2011 fino al 31 dicembre 2013, dedica un intero titolo alla disciplina della maternità, definendone l’intero quadro normativo in termini di diritti, retribuzione, permessi e astensione dalla prestazione lavorativa.

Leggi tutto...

ICOTEA: la formazione innovativa in risposta al mondo del lavoro

Inserirsi nel mondo del lavoro oggi non è facile. Per essere assunti il diploma di laurea sembra non bastare più, ma occorrono sempre più esperienze e competenze extra scolastiche che formino una figura professionale versatile e adattabile a diversi contesti lavorativi.

Leggi tutto...

Cerco lavoro call center: ecco le offerte

lavorare in un call centre

Le offerte di cerco lavoro call center si riferiscono al lavoro di telemarketing svolto da operatori e operatrici telefoniche. Le aziende che operano in questo settore svolgono solitamente l'attività di customer service. Ultimamente si è arrivato però a un servizio forse troppo invasivo: nelle abitazioni arrivano decine e decine di telefonate e non è un caso che molte famiglie rispondano stizzite all’ennesima chiamata, anche se capiscono che dall’altro lato della cornetta ci sono persone che lavorano.

Leggi tutto...

Modulo Social Card: tutte le informazioni

Per i cittadini che ne fanno domanda e che hanno i requisiti di legge (D.L. n. 112 del 2008) è disponibile una Carta Acquisti utilizzabile per il sostegno della spesa alimentare, sanitaria e il pagamento delle bollette della luce e del gas.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Concorso Docenti 2018: come acquisire i 24 CFU

Stretta di mano dopo un concorso docenti 2018

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59/2017, gli aspiranti docenti di scuola secondaria devono sostenere un concorso che verrà bandito per il 2018. Per accedere, si richiedono 24 CFU ( i Crediti Formativi Universitari) nelle materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologia e tecnologia didattica.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Malattia Inps: come fare la domanda

fare domanda per la malattia

La domanda di malattia all'Inps può essere richiesta nei casi di malattie che possono limitare le capacità lavorative. I soggetti che possono presentare la domanda di indennità di malattia Inps sono gli operai e gli impiegati del settore terziario e che lavorano nel settore industriale, apprendisti, lavoratori sospesi dal lavoro, lavoratori assunti a tempo determinato o indeterminato. 

Leggi tutto...

Leggi anche...


Lavorare nella moda: passione, stile e guadagno

Un'attività in questo ambito prevede soprattutto un talento e una propensione creativa in grado di far emergere le proprie idee su quelle degli altri. È importante anche seguire le tendenze del momento, creandone di nuove e stare al passo con i cambiamenti e il rinnovarsi dei trend.

Leggi tutto...
Go to Top