La crescita dei pagamenti elettronici in Italia negli ultimi anni è stata esponenziale. Ha registrato un picco durante il periodo di chiusura causato dalla pandemia. Con la riapertura, l’esperienza dell’e-commerce, le agevolazioni fiscali messe in atto, gli esercizi commerciali – soprattutto – si sono adeguati e dotati di strumenti di pagamento elettronico anche mobili, cordless, facili da trasportare e utilizzare, ma soprattutto sicuri. Aziende come Axerve, per esempio, offrono diverse soluzioni, diversi strumenti e anche diverse tariffe in base all’utilizzo: sia a canone che a commissioni. Solo nel 2019, i pagamenti elettronici hanno registrato un incremento del’11% (dati del Politecnico di Milano), mentre il numero dei POS è aumentato di 2,17 milioni di unità, mentre il 90% degli esercenti ha abilitato il pagamento “contacless”.

Come funziona lo Smart POS Mobile?

Per eseguire le transazioni tramite uno Smart POS, questo ha hanno bisogno di essere connesso ad internet, in maniera odo da poter comunicare (attraverso un canale strettamente sicuro) con la banca oppure con i servizi di pagamento. All’inizio, i primissimi terminali erano collegati mediante un cavo alla rete oppure alla cassa, e questa fungeva da mezzo di comunicazione. Purtroppo però ciò aveva come svantaggio che il POS non poteva essere spostati più della lunghezza del cavo. Per tal motivo vengono chiamati anche “terminali fissi”.

Diversamente dal POS classico, o fisso, i terminali portatili non necessitano di una linea telefonica fissa per funzionare. Un POS mobile, infatti, si può, connettere ad internet usando svariati metodi, vediamoli:

  • tramite wi-fi: cioè un terminale che possiede un’antenna wireless si potrà connettere ad una rete wi-fi privata o anche pubblica. Seppure le reti non sono protette, i dati verranno criptati e trasmessi in maniera che non possano essere intercettati, letti o compromessi da eventuali malintenzionati e hacker;
  • mediante bluetooth: quando non c’è una rete wireless nei pressi della vostra postazione, potete usare il vostro smartphone come un hotspot. Potete connettere il terminale di pagamento mobile al cellulare tramite Bluetooth e utilizzare la rete dati del vostro telefono;
  • connettività 3G / 4G: oramai tantissimi dei migliori Smart POS mobili possono utilizzare una scheda SIM dati propria per effettuare le transazioni. Secondo il nostro parere questa è una delle migliori varianti, perché i dispositivi con questa tipologia di connettività possono lavorare in totale autonomia, senza necessariamente doversi appoggiare ad una rete wi-fi o ad uno smartphone a cui richiedere l’hotspot.

Quando dovrete scegliere il vostro Smart POS portatile, vi consigliamo di prendere in considerazione uno di questi tre tipi e scegliere anche a seconda di come e dove lo userete. Tenete presente che gli Smart POS più tecnologici integrano, per avere più portabilità e comodità, anche più di una di queste metodologie.

I vantaggi del cashless

Il commercio ci guadagna con i pagamenti elettronici di qualsiasi tipologia. È una modalità di eseguire le transazioni più semplice, veloce e sicura. La tecnologia, oggi, offre soluzioni molteplici per rispondere alle esigenze sia degli esercenti che dei consumatori.

Esistono Pos Desktop che accettano pagamenti presso il punto cassa accedendo da remoto. È sufficiente un collegamento internet, una stampante integrata e la modalità di dialogo con il registratore di cassa.

Allo stesso modo lo Smart POS è indicato per i liberi professionisti che lavorano in mobilità prestando servizi a domicilio o di consegna. Collegando un mobile Pos ad un altro dispositivo mobile come tablet o smartphone, si possono gestire i pagamenti tramite app oppure inviare le ricevute e le fatture tramite e-mail.

Il Pos cordless è un’altra soluzione per gli esercenti che necessitano di mobilità anche all’interno del punto vendita. Funziona tramite tecnologia bluetooth e permette pagamenti facili e sicuri.

Le ditte e le aziende che producono soluzioni Pos per gli esercenti sono numerose, qui vi proponiamo l’offerta di Axerve.

Offerta Axerve Easy a canone

Smart POS

Entro il 31 dicembre 2021 utilizzando un codice “coupon” promozionale indipendentemente dalla tariffa scelta si sottoscrive una richiesta online che dà diritto a 4 mesi gratuiti di canone. Le tariffe del canone sono 17 e o 22 € (Iva esclusa) a seconda del piano scelto e della previsione di utilizzo del POS durante l’anno. È previso in ogni caso il pagamento di una imposta di bollo del valore di 16 € per l’attivazione del servizio. La promozione è valida dal 21 settembre al 31 dicembre 2021 e non è cumulabile con altre promozioni in corso. Inoltre, la promozione è valida solo per i nuovi clienti Axerve. Compreso nel servizio lo Smart POS Android A910 in comodato d’uso, sim con traffico dati, assistenza 7 giorni si 7 gratuita e accesso alla dashboard per tener monitorate le transazioni.

Quando si supera la soglia di 30 mila € di transazioni annue, viene applica una commissione del 1,5% sull’importo eccedente. L’offerta Pos Easy a canone è soggetta all’approvazione di Banca Sella. Per il prospetto informativo e le condizioni contrattuali, si consiglia di visitare il sito Axerve.

Promozione Axerve a commissione

Smart POS

La formula Easy a commissioni è semplice da ricordare: solo 1% e nessun costo fisso. Prevista solo l’imposta di bollo di 16 €. 

In questo caso il terminale Android PAX A910 è da acquistare a 170 € + IVA. Il POS include una SIM che si connette alla rete 4G in automatico dell’operatore che in zona raggiunge la migliore copertura. Non ci sono costi di chiamata ed è incluso il traffico dati. Il Pos può inoltre essere collegato a una rete wi-fi presso il punto vendita. Prospetto informativo e accesso all’offerta sul sito.

Potrebbe interessarti

Redditi diversi: normativa e caratteristiche qui in Italia

Immagine usata per illustrare l'articolo Redditi diversi: normativa e caratteristiche

Il TUIR è il Testo Unico delle Imposte sui Redditi, emanato con il D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 e successive modifiche. Il TUIR comprende gli articoli tra il 67 e il 71 dedicati alla voce Redditi Diversi.

Congedo matrimoniale per l'INPS: conosci questo diritto?

ottenere il congedo matrimoniale

La legge prevede che in occasione del matrimonio, alcune categorie di lavoratori, abbiano diritto al congedo matrimoniale e dell’assegno ad esso relativo. Il congedo matrimoniale corrisponde ad un periodo di astensione al lavoro di 15 giorni consecutivi che non possono essere goduti durante il periodo delle ferie o nel preavviso del licenziamento.

Pensione di cittadinanza: scopriamo che cos’è e come funziona

La pensione di cittadinanza

Con la recente vittoria del Movimento 5 stelle nelle elezioni politiche che ci sono state il 04 marzo 2018 si è affacciata sempre di più la possibilità di richiedere la pensione di cittadinanza 2019.

I più condivisi

Cryptocurrency: ecco come cambia la finanza (scopriamo Bitvavo)

Cryptocurrency

Una nota di riguardo va dedicata alla nascita e alla diffusione delle cripto valute, anche dette monete virtuali, di cui la più diffusa e conosciuta è sicuramente il bitcoin.  Tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore finanziario, quella delle criptovalute è sicuramente la più incisiva.

Attestato sulla sicurezza sul lavoro: perché frequentare dei corsi conviene?

nuovi corsi sulla sicurezza sul lavoro

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro

Domanda maternità obbligatoria: come ottenere il congedo?

la domanda per il congedo di maternità obbligatoria

Il congedo per la maternità è obbligatorio per una serie di categorie di lavoratori dipendenti: occupate, lavoratrici a domicilio, colf, lavoratrici sospese, badanti, agricole, ecc.

Leggi anche...

Lavorare nella comunicazione: le evoluzioni, gli obiettivi e gli strumenti

lavorare nella comunicazione

Tutti i soggetti partecipanti al mercato comunicano. La comunicazione è di per sé un fattore di costo ma le imprese e anche le organizzazioni no profit decidono di comunicare: per questa ragione trovare un lavoro nella comunicazione può rivelarsi una scelta efficace a patto che si seguano delle linee guida sicure.

Leggi anche...

Finestre Pensioni: le nuove norme introdotte e le modalità di attuazione

finestre pensione

La riscossione della pensione rappresenta una fra le cose maggiormente importanti per il lavoratore, specialmente per vivere, dopo la fine del periodo di lavoro, una vita comoda.