Logo AreaLavoro

Aziende come Axerve, per esempio, offrono diverse soluzioni, diversi strumenti e anche diverse tariffe in base all’utilizzo: sia a canone che a commissioni. Solo nel 2019, i pagamenti elettronici hanno registrato un incremento del’11% (dati del Politecnico di Milano), mentre il numero dei POS è aumentato di 2,17 milioni di unità, mentre il 90% degli esercenti ha abilitato il pagamento “contacless”.

Come funziona lo Smart POS Mobile?

Per eseguire le transazioni tramite uno Smart POS, questo ha hanno bisogno di essere connesso ad internet, in maniera odo da poter comunicare (attraverso un canale strettamente sicuro) con la banca oppure con i servizi di pagamento. All’inizio, i primissimi terminali erano collegati mediante un cavo alla rete oppure alla cassa, e questa fungeva da mezzo di comunicazione. Purtroppo però ciò aveva come svantaggio che il POS non poteva essere spostati più della lunghezza del cavo. Per tal motivo vengono chiamati anche “terminali fissi”.

Diversamente dal POS classico, o fisso, i terminali portatili non necessitano di una linea telefonica fissa per funzionare. Un POS mobile, infatti, si può, connettere ad internet usando svariati metodi, vediamoli:

  • tramite wi-fi: cioè un terminale che possiede un’antenna wireless si potrà connettere ad una rete wi-fi privata o anche pubblica. Seppure le reti non sono protette, i dati verranno criptati e trasmessi in maniera che non possano essere intercettati, letti o compromessi da eventuali malintenzionati e hacker;
  • mediante bluetooth: quando non c’è una rete wireless nei pressi della vostra postazione, potete usare il vostro smartphone come un hotspot. Potete connettere il terminale di pagamento mobile al cellulare tramite Bluetooth e utilizzare la rete dati del vostro telefono;
  • connettività 3G / 4G: oramai tantissimi dei migliori Smart POS mobili possono utilizzare una scheda SIM dati propria per effettuare le transazioni. Secondo il nostro parere questa è una delle migliori varianti, perché i dispositivi con questa tipologia di connettività possono lavorare in totale autonomia, senza necessariamente doversi appoggiare ad una rete wi-fi o ad uno smartphone a cui richiedere l’hotspot.

Quando dovrete scegliere il vostro Smart POS portatile, vi consigliamo di prendere in considerazione uno di questi tre tipi e scegliere anche a seconda di come e dove lo userete. Tenete presente che gli Smart POS più tecnologici integrano, per avere più portabilità e comodità, anche più di una di queste metodologie.

I vantaggi del cashless

Il commercio ci guadagna con i pagamenti elettronici di qualsiasi tipologia. È una modalità di eseguire le transazioni più semplice, veloce e sicura. La tecnologia, oggi, offre soluzioni molteplici per rispondere alle esigenze sia degli esercenti che dei consumatori.

Esistono Pos Desktop che accettano pagamenti presso il punto cassa accedendo da remoto. È sufficiente un collegamento internet, una stampante integrata e la modalità di dialogo con il registratore di cassa.

Allo stesso modo lo Smart POS è indicato per i liberi professionisti che lavorano in mobilità prestando servizi a domicilio o di consegna. Collegando un mobile Pos ad un altro dispositivo mobile come tablet o smartphone, si possono gestire i pagamenti tramite app oppure inviare le ricevute e le fatture tramite e-mail.

Il Pos cordless è un’altra soluzione per gli esercenti che necessitano di mobilità anche all’interno del punto vendita. Funziona tramite tecnologia bluetooth e permette pagamenti facili e sicuri.

Le ditte e le aziende che producono soluzioni Pos per gli esercenti sono numerose, qui vi proponiamo l’offerta di Axerve.

Offerta Axerve Easy a canone

Smart POS

Entro il 31 dicembre 2021 utilizzando un codice “coupon” promozionale indipendentemente dalla tariffa scelta si sottoscrive una richiesta online che dà diritto a 4 mesi gratuiti di canone. Le tariffe del canone sono 17 e o 22 € (Iva esclusa) a seconda del piano scelto e della previsione di utilizzo del POS durante l’anno. È previso in ogni caso il pagamento di una imposta di bollo del valore di 16 € per l’attivazione del servizio. La promozione è valida dal 21 settembre al 31 dicembre 2021 e non è cumulabile con altre promozioni in corso. Inoltre, la promozione è valida solo per i nuovi clienti Axerve. Compreso nel servizio lo Smart POS Android A910 in comodato d’uso, sim con traffico dati, assistenza 7 giorni si 7 gratuita e accesso alla dashboard per tener monitorate le transazioni.

Quando si supera la soglia di 30 mila € di transazioni annue, viene applica una commissione del 1,5% sull’importo eccedente. L’offerta Pos Easy a canone è soggetta all’approvazione di Banca Sella. Per il prospetto informativo e le condizioni contrattuali, si consiglia di visitare il sito Axerve.

Promozione Axerve a commissione

Smart POS

La formula Easy a commissioni è semplice da ricordare: solo 1% e nessun costo fisso. Prevista solo l’imposta di bollo di 16 €. 

In questo caso il terminale Android PAX A910 è da acquistare a 170 € + IVA. Il POS include una SIM che si connette alla rete 4G in automatico dell’operatore che in zona raggiunge la migliore copertura. Non ci sono costi di chiamata ed è incluso il traffico dati. Il Pos può inoltre essere collegato a una rete wi-fi presso il punto vendita. Prospetto informativo e accesso all’offerta sul sito.

Autore: Enrico Mainero LinkedIn

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).