Un colloquio di successo non ha segreti o formule magiche. Semplicemente consiste in un momento in cui si crea una sorta di feeling tra gli interlocutori per il quale il candidato viene reputato adatto a ricoprire la postazione di lavoro vacante. Tuttavia, molte persone si fanno prendere dal panico o dall’ansia prima di sostenere un colloquio, sentimenti che mettono in ombra le reali capacità e che le fanno apparire goffe o impacciate.

Il colloquio è un’opportunità

In realtà il colloquio andrebbe vissuto come un’opportunità per la persona in cerca di lavoro, una sorta di possibilità di conoscere l’azienda per la quale ci siamo candidati e capire se faccia al caso nostro. Lo stesso avviene dall’altra parte dove il reclutatore indagherà per capire se il candidato sia adatto o meno ad entrare in squadra. Lo farà analizzando le competenze pregresse e le sue soft skills, ovvero l’insieme di capacità “caratteriali” e personali che rendono un candidato interessante ed in linea con il profilo dell’azienda. Vediamo perché sono così importanti.

Come si dimostrano le soft skills?

Un conto è mostrare dove abbiamo studiato e quali attestati abbiamo acquisito ed un altro è provare che siamo persone “curiose” e “capaci di lavorare in team”. Come si dimostra l’attitudine caratteriale di una persona? Come si mettono in luce i pregi e come si spiegano i punti deboli? In che modo si evince la mentalità di un candidato? Dimostrare al recruiter quali sono le nostre soft skills non è facile ma se dinanzi a noi abbiamo un selezionatore preparato, egli le intuirà ponendoci delle domande idonee a ottenere le informazioni utili. Tuttavia, determinati quesiti sono pensati proprio per far emergere qual è il nostro vero modo di ragionare.

Alcuni esempi

Per esempio, cosa faresti se, durante il tuo primo giorno di lavoro, un collega commette un errore e il capo si arrabbia con te? Oppure quali stratagemmi usi per gestire il tuo tempo? Se devi portare a termine tre mansioni, da quale inizieresti per primo? Queste domande servono a comprendere il tuo grado di empatia, di pazienza e la tua capacità di risolvere problemi. Sono finalizzate a capire quali sono le tue abilità di comunicazione e quali quelle di gestione del tempo e sono importantissime per le aziende che adottano precisi modelli di business e di organizzazione interna.

Perché le capacità soft sono così importanti?

Di norma si ritiene che le soft skills siano meno importanti delle hard skills, ovvero dell’insieme di competenze acquisite per svolgere un particolare lavoro. Quest’affermazione è inesatta perché stiamo andando sempre di più verso un mondo nel quale le competenze tecniche avranno una data di scadenza sempre inferiore.

Consigli per cercare lavoro

Quindi, quando andiamo alla ricerca di un impiego dobbiamo innanzitutto leggere bene l’annuncio, cercando di capire effettivamente cosa cerca l’azienda a livello di competenze tecniche e professionali. Successivamente, cercheremo altre informazioni che potremmo definire “collaterali”, ovvero relative al modo di lavorare dell’azienda e all’organizzazione interna.

Questa doppia ricerca ci servirà per capire quale sia il profilo del luogo di lavoro e ci darà alcuni indizi per capire se sia o meno una realtà adatta a noi. Cercare lavoro oggi non coincide più con acciuffare la prima soluzione che ci si presenta davanti perché dobbiamo considerare che questa attività impegna gran parte del nostro tempo. Ecco perché non bisogna avere fretta o ansia di dimostrare ciò che non siamo, ma prenderci tutto il tempo che ci serve per farci conoscere e conoscere l’azienda e, poi, eventualmente, passare sul piano delle proposte.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Invalidità INPS: scopri chi ha diritto a questa pensione

Immagine usata nell'articolo Pensione d'invalidità mentale: scopri chi ne ha diritto e per quali importi

Oggi diamo uno sguardo alla Pensione d'invalidità mentale e a come riceverla. La legge n. 222 del 12 giugno 1984, entrata in vigore il 1° luglio dello stesso anno, ha istituito il diritto alla pensione d’invalidità. Questa forma assistenziale viene concessa a invalidi, ciechi e sordomuti, lavoratori autonomi e dipendenti; per ottenerla, le capacità del soggetto devono essere ridotte a meno di un terzo in modo permanente.

Preavviso delle dimissioni per il tempo determinato

preavviso delle dimissioni

Il preavviso è il tempo, successivo alla data in cui il lavoratore ha presentato le dimissioni, in cui il dipendente continua a svolgere la propria attività lavorativa.

3 Consigli per la scelta del master in fashion & luxury

La moda è una delle eccellenze del Made in Italy e rappresenta un settore che appassiona giovani da tutte le aree del mondo. Avere una laurea nel settore fashion è di per sé un buon punto di partenza, da approfondire con la scelta del giusto master post universitario. Oggi sono diverse le realtà che presentano un’offerta formativa in fashion & luxury, con proposte che vedono sempre più, accanto a lezioni in presenza, anche metodologie di studio online estremamente utili per la corretta formazione.

I più condivisi

Sicurezza sul lavoro: le scarpe antinfortunistiche, un obbligo di legge per chi è esposto ai rischi

scarpe antinfortunistiche

L’uso di particolari scarponcini o calzature è un obbligo per chi nello svolgimento della propria attività è maggiormente soggetto a infortuni.

A stabilirlo è la normativa sull’abbigliamento da lavoro, oggi regolamentato dal D. Lgs. n. 81 del 2008, ex legge 626/94, che certifica in quali settori è necessario indossare un certo tipo di abbigliamento, necessario per proteggere il lavoratore dai rischi che coinvolgono salute e sicurezza.

Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

Immagine usata nell'articolo Riforma pensioni 2012: novità del calcolo contributivo

La riforma pensioni varata dal Governo Monti prevede che dal 1° gennaio 2012, le anzianità raggiunte dopo il 31 dicembre 2011 saranno calcolate con il sistema di calcolo contributivo.

Curriculum vitae in tedesco: il modello per chi cerca lavoro in Germania

curriculum in tedesco: ecco la bandiera tedesca

Scrivere un curriculum in tedesco? Attualmente sono molte le persone che cercano lavoro all'estero e necessitano di modelli di curriculum da scrivere il lingua straniera; oltre ad inglese e francese, anche il tedesco è una lingua molto usata nel mondo lavorativo europeo.

Leggi anche...

Lavoro come estetista: scopri come intraprendere la carriera!

lavoro come estetista

In un periodo di contingenza economica come quello in cui ci stiamo vivendo, c’è un mestiere che sembra non conoscere crisi: la professione di estetista. Le ragioni di questa tendenza possono essere molteplici, tra cui si possono citare il parallelo successo di tutte le attività legate al benessere e alla cura del corpo.

Leggi anche...

Lavorare in Hotel: sai come farti assumere? Te lo spieghiamo noi

Lavorare in Hotel

Il lavoro in hotel è una delle occupazioni del settore turistico alberghiero e dell'hospitality; nella maggior parte dei casi, coloro che desiderano ottenere un impiego in questo campo devono possedere una buona conoscenza e preparazione del settore turistico.

Ti diamo il benvenuto. Chiediamo il tuo consenso per utilizzare i tuoi dati personali per annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto, osservazioni del pubblico e sviluppo di prodotti. Archiviare e/o accedere a informazioni su un dispositivo. I tuoi dati personali verranno elaborati da fornitori terzi e le informazioni raccolte dal tuo dispositivo (come cookie, identificatori univoci e altri dati del dispositivo) possono essere condivise con questi ultimi, da loro visualizzate e memorizzate, oppure essere usate nello specifico da questo sito o questa app. Alcuni fornitori potrebbero trattare i tuoi dati personali sulla base dell'interesse legittimo, al quale puoi opporti gestendo le tue opzioni qui sotto. Cerca nella parte inferiore di questa pagina o nelle nostre norme sulla privacy un link che ti permette di ritirare il consenso.