Lo staff leasing è una particolare tipologia di contratto di somministrazione di lavoro, nella quale il lavoratore è assunto a tempo indeterminato. Spesso quando si parla di somministrazione di lavoro si intende il contratto a tempo determinato: il lavoratore viene assunto da un’agenzia per il lavoro per un tempo precisamente specificato, durante il quale svolge per l’agenzia una precisa missine lavorativa. Nel caso dello staff leasing il contratto di somministrazione è a tempo indeterminato.

Come funziona

In sostanza le agenzie per il lavoro oggi hanno la facoltà di assumere personale a tempo indeterminato, per poi inviarli presso le aziende che ne richiedono i servigi. Il lavoratore ottiene per tutto il periodo che trascorre in azienda le medesime condizioni contrattuali di cui godono i colleghi pari grado e pari mansione; quando il loro aiuto non è più necessario in azienda rimangono comunque dipendenti a tempo indeterminato dell’agenzia per il lavoro, che riconosce loro un certo indennizzo per tutto il periodo in cui si mantengono disponibili a nuove missioni.

I vantaggi per le aziende

Immagine d'esempio usata nell'articolo Staff leasing: i vantaggi per le aziende, quando conviene

Per un’azienda oggi è essenziale riuscire ad avere a disposizione personale adeguato ad ogni singola mansione. Questo tipo di necessità oggi, molto più rispetto a un tempo, varia nel corso degli anni, o anche solo dei mesi dell’anno. Sfruttare contratti di staff leasing consente di diminuire ampiamente i costi burocratici dovuti alla selezione e alla conseguente assunzione di nuovi dipendenti. Oltre a non doversi preoccupare della gestione economica del dipendente, grazie allo staff leasing un’azienda può sfruttare la collaborazione di personale specializzato per un periodo di tempo predefinito, approfittando di un rapporto di lavoro versatile, che si può modificare nel tempo. Ulteriori informazioni sono disponibili a questa pagina adecco.it/servizi-per-le-aziende/somministrazione-di-lavoro/staff-leasing.

La legislazione in merito

Secondo le vigenti leggi tutte le aziende possono approfittare di lavoratori in staff leasing, in qualsiasi mansione, anche per professionisti con qualifiche particolari o con competenze originali. All’interno della medesima aziende però la legge prevede che non vi possano essere dipendenti in staff leasing in numero maggiore al 20% del totale degli assunti a tempo indeterminato. Fino al 2015 questo tipo di contratto poteva essere utilizzato solo per lavoratori che operavano in specifici ambiti, con le modifiche legislative invece può accedere a questo tipo di contratto qualsiasi lavoratore. Le aziende non sono tenute a specificare la durata dell’impegno del lavoratore o ad assumerlo dopo uno specifico periodo di tempo.

I vantaggi per il lavoratore

Anche il lavoratore che viene assunto con un contratto di somministrazione a tempo indeterminato può godere di una serie di vantaggi. Il primo è quello che riguarda retribuzione, ferie, trattamento di fine rapporto e così via: tutti questi vantaggi sono identici a quelli dei dipendenti dell’azienda in cui si lavora. Per altro all’interno dell’agenzia per il lavoro si ottiene la possibilità di seguire un percorso professionale personalizzato, in linea con le proprie skill e le esperienze pregresse. Si può seguire un percorso di carriera e di formazione continua, approfittando anche dei sistemi di caring che dell’agenzia per il lavoro garantisce.

Gli svantaggi dello staff leasing per il lavoratore

Finora abbiamo parlato di cos’è lo staff leasing e di quali sono i vantaggi sia per le aziende che per i lavoratori, vediamo ora il punto dolente, ovvero i “contro” di questa formula particolare di assunzione. Da un lato, come abbiamo già visto, i pro sono gli stessi di un contratto standard, soprattutto se si tratta di un tempo indeterminato, in termini quindi di ferie, malattia, contribuzione non cambia assolutamente nulla. Cosa cambia, allora, per chi viene assunto con questa formula particolare? Molto dipende dalla realtà aziendale e non c’è una regola che valga per tutti. Tuttavia, a volte, chi viene assunto in staff leasing non riceve lo stesso trattamento di “accoglienza” degli altri dipendenti, dovendo fare a meno del proprio biglietto da visita e della propria mail e utilizzando, quindi, materiale genericamente aziendale. Ovviamente, è bene sottolinearlo ancora una volta, molto dipende dalla tipologia di azienda. A volte, essere assunti in staff leasing potrebbe consentire all’azienda una maggiore pigrizia e minore interesse di investimento sul proprio dipendente. Grazie ai vantaggi di questo tipo di assunzione, infatti, l’impresa potrebbe essere poco stimolata a far crescere professionalmente il proprio dipendente che, in ogni caso, conviene. In genere, comunque, chi viene assunto con questa formula è per svolgere mansioni impiegatizie.

Una leggera differenza rispetto ai contratti standard, poi, è che di solito la contrattazione aziendale per eventuali bonus, incentivi o premi di produzione non viene estesa anche allo staff leasing, ma solo ai dipendenti normalmente assunti. Questo, di contro, potrebbe comportare da parte del dipendente una minore produttività in quanto la crescita economica e professionale potrebbe non essere proporzionata a quella dei colleghi. A volte, inoltre, i dipendenti in staff leasing potrebbero anche essere coinvolti meno in viaggi aziendali o formazione, sempre per il discorso fatto in merito al minore stimolo dell’azienda di investire su queste persone già di per sé “convenienti”. Tutto questo, insomma, potrebbe far corrispondere a una maggiore flessibilità di questa formula anche una minore responsabilità avvertita reciprocamente sia dal personale che dall’azienda. L’azienda ha un dipendente conveniente su cui investire il minimo indispensabile e, dall’altra parte, il personale si sente poco motivato e comunque sicuro nella sua posizione comoda. Insomma, l’affitto potrebbe essere vissuto e letto come una sorta di de-responsabilizzazione dello staff e dell’impresa. Ma, ripetiamolo ancora una volta, molto dipende dalle motivazioni che spingono l’azienda a scegliere lo staff leasing e dalla stessa realtà imprenditoriale.





Potrebbe interessarti

Calcolo età pensionabile: scopri gli strumenti necessari

La pensione sembra oramai un miraggio per milioni di lavoratori italiani. Per i giovani, invece parlare di pensione fra poco sarà alquanto anacronostico: se il lavoro un utopia, parlare di pensione equivale a parlare di metafisica.

Calcolo della pensione contributiva: chi ne ha diritto? A quale età?

Calcolo della pensione contributiva: chi ne ha diritto? A quale età?

Il precedente tipo di calcolo, basato su una formula retributiva, considerava unicamente la media delle somme versate negli ultimi 5-10 anni di attività lavorativa (solitamente le più alte), ha portato come risultato alla messa in crisi del meccanismo, con la collettività che si è trovata a sostenere spese difficilmente quantificabili.

Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

La dichiarazione dei redditi rappresenta uno strumento fiscale con il quale il contribuente va a dichiarare i propri redditi e corrisponde i relativi tributi al fisco. Sulla base del D.P.R. 600/73, le dichiarazioni dei redditi sono un atti pubblici che possono essere consultati gratuitamente. 

Lavoro interinale: normativa e giurisprudenza

contratto di lavoro interinale

Le Agenzie per il lavoro sono imprese private dedicate alla somministrazione di lavoro interinale, ovvero prestazioni lavorative di carattere temporaneo. Questa tipologia è stata introdotta in Italia nel 1977; la normativa per il lavoro interinale ha subito svariate modifiche sino alla cosiddetta Legge Biagi . La L. 30/2003, inoltre, è quella che autorizza proprio queste agenzie.

Calcolo ISEE: come richiederlo online?

il calcolo dell'isee è possibile richiederlo on line

L’acronimo ISEE significa "Indicatore di Situazione Economica Equivalente". Con il calcolo ISEE si definisce la condizione economica di un singolo o di un nucleo familiare. 

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Licenziamento per il contratto a tempo indeterminato

Immagine usata per illustrare l'articolo Licenziamento per il contratto a tempo indeterminato: conosci i casi e le procedure?

Prima di parlare del licenziamento a tempo indeterminato è necessario ricordare che il contratto a tempo indeterminato è disciplinato dall'art. 2094 del Codice Civile che, all’Art. 2094.

Formazione permanente: perché è importante?

La formazione permanente (detta anche Lifelong learning) è l'insieme dei processi di apprendimento che si verificano dopo la prima fase di formazione scolastica, all'università o sul lavoro, atti ad arricchire le competenze, migliorando le qualifiche professionali.

Livello CCNL: tutto quello che devi sapere sui quattro livelli

Immagine d'esempio usata nell'articolo Livello CCNL: tutto quello che devi sapere!

Ciascun CCNLsi basa su l’accordo di diversi soggetti in merito a determinate materie. In base al livello del CCNL vengono prese decisioni diverse, ma significative per la contrattazione stessa.

Il lavoro di impiegato: la classificazione, i ruoli, i requisiti

Lavoro dell'impiegato è un rapporto di lavoro subordinato. Il lavoro degli impiegati infatti è legato soprattutto alle attività di tipo amministrativo.

ICOTEA: la formazione innovativa in risposta al mondo del lavoro

Inserirsi nel mondo del lavoro oggi non è facile. Per essere assunti il diploma di laurea sembra non bastare più, ma occorrono sempre più esperienze e competenze extra scolastiche che formino una figura professionale versatile e adattabile a diversi contesti lavorativi.

Leggi anche...

Chi paga l'indennità di maternità: conosci i tuoi diritti di mamma?

Quando una lavoratrice è in stato interessante, oppure è riuscita ad avere in adozione o affidamento un bambino, può richiedere l'indennità di maternità. Sostanzialmente la neo mamma ha il diritto a una sostituzione della normale retribuzione durante il periodo in cui è non può recarsi a lavoro.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Guardiano del faro: un mestiere romantico e ancora oggi tanto ambito

Immagine esemplificativa della professione di guardiano del faro

Essere guardiano del faro è un sogno romantico per molte persone, si tratta di una professione che non si può svolgere senza la giusta passione da parte di chi è interessato a questo mestiere.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Ditta individuale: vantaggi e svantaggi

Sono molti quelli che decidono di mettersi in proprio, aprendo un negozio o un'attività. Il modo migliore e semplice per farlo è quello di creare una ditta individuale. La ditta individuale si verifica quando il soggetto giuridico, che non intende associarsi ad altri individui, è una persona fisica che risponde da sé alla gestione dell'impresa anche nei casi di mancanze della stessa.

Leggi tutto...
Go to Top