Lo stipendio rappresenta dunque l'ammontare di denaro che deve essere pagata al lavoratore dal datore di lavoro per l'attività lavorativa svolta presso la propria struttura. Spetta di diritto al lavoratore; è infatti un dovere e un obbligo imprescindibile del datore di lavoro.

Viene emesso soprattutto a seguito della stipula di un contratto di lavoro e deve essere emesso periodicamente, secondo quanto previsto dal contratto di lavoro stesso. Si chiama salario lo stipendio che percepisce un lavoratore dipendente. In Italia inoltre il lavoratore ha diritto alla cosiddetta retribuzione minima regolata dai vari contratti collettivi di lavoro per settore.

La riscossione, che dev'essere obbligatorio perché previsto per legge e dai singoli contratti collettivi nazionali di settore, è dunque diversa a seconda di numerosi fattori. È comunque semplice calcolare lo stipendio netto di un singolo lavoratore tenendo presente diverse dinamiche anche quelle previdenziali, assistenziali e pensionistiche.

Stipendi tesoro: la riscossione del cedolino online

Lo stipendio del tesoro che è quello riscosso dai dipendenti della Pubblica Amministrazione è possibile riscuoterlo attualmente attraverso il cedolino online. Il Ministero dell'Economia e della Finanza (MEF) ha infatti reso disponibile il SPT (Service Personale Tesoro).

SPT: Service Personale Tesoro

Il SPT è un supporto informativo telematico che offre tantissimi servizi come quello di calcolare la contabilità relativa allo stipendio del tesoro comprese sia lecompetenze fisse mensili che le competenze accessorie, quali gli straordinari o il Fondo Unico di Amministrazione.

Il SPT (Service Personale Tesoro) consente anche di controllare gli obblighi in materia di normativa fiscale e previdenziale da versare ogni mese ed ogni anno. Il Service Personale Tesoro (SPT), offre inoltre il Portale Stipendi PA, dove è possibile controllare e stampare i cedolini del tesoro e i modelli CUD e 730 per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Come accedere ai servizi online della pubblica amministrazione

Per avere tutte le informazioni relative al vostro stipendio del Tesoro è necessario avere tutte le informazioni degli ultimi due cedolini dello stipendio per avere Username e Password utili ad accedere ai servizi del portale. Lo username è il codice fiscale, mentre la Password è la partita Iva del cedolino.

I requisiti per ottenere la retribuzione

I principali requisiti utili all'ottenimento dello stipendio e della retribuzione sono regolati dai principi costituzionali della sufficienza e della proporzionalità, disciplinati dall'articolo 36 della Costituzione Italiana.

La proporzionalità prevede che l'ammontare della retribuzione sia proporzionale al in primis tempo del lavoro svolto, ma anche alla qualità dell'attività lavorativa stessa, tenendo conto delle responsabilità che si hanno e delle difficoltà e complessità del tipo di lavoro effettuato.

Ai sensi dell'articolo 3 della Costituzione e secondo il principio della sufficienza, il lavoratore dovrà infine avere una giusta retribuzione utile a vivere sereno secondo le sue reali esigenze e della sua famiglia.

Si possono inoltre verificare situazioni spiacevoli per i lavoratori come il mancato pagamento ritardi oppure pignoramento dello stipendio, se è il dipendente è il dipendente che ha contratto dei debiti ingenti con datore di lavoro o altrove.

Il cedolino per i dipendenti PA

Ogni lavoratore che è alle dipendenze di un datore di lavoro percepisce un regolare stipendio. Il lavoratore autonomo, proprio perché tale, guadagna invece in base al suo lavoro senza riscuotere uno stipendio da terzi.

Per i lavoratori dipendenti invece, la riscossione dello stipendio è un diritto imprescindibile che il datore di lavoro deve elargire per legge e obbligatoriamente. A seconda della tipologia di lavoro, della sua durata e del grado di difficoltà della mansione svolta, l'ammontare dello stipendio può variare.

É facilissimo calcolare lo stipendio netto di un singolo lavoratore valutando i sopracitati fattori e le varie dinamiche legate alla previdenza e alle pensioni. Le modalità di riscossione dello stipendio poi possono variare a seconda del tipo di contratto firmato.

Sempre legati alla riscossione dello stipendio possono capitare situazioni sgradevoli, dovute ad inadempienze da parte del datore di lavoro come ritardi nel pagamento dello stipendio oppure il mancato pagamento dello stipendio ritardi oppure

Si può inoltre verificare il pignoramento dello stipendio, dovuto in questo caso a cause delle quali è responsabile il dipendente stesso che ha contratto dei debiti con l'azienda dove lavora oppure altrove.

Lo stipendio si percepisce comunque attraverso la compilazione e l'ottenimento di un apposito cedolino che delinea l'ammontare e le modalità di pagamento. Il cedolino sitpendio tesoro è quello che viene percepito da alcuni dipendenti della pubblica amministrazione.

Le procedure e la riscossione del cedolino online

Il cedolino stipendio tesoro, con le nuove politche di digitalizzazione delle operazioni di molte mansioni legate alla Pubblica Amminsitrazione, così come per altri settori lavorativo e associazioni, quali l'Inps, che viene fornito a coloro che lavorano nell'ambito della pubblica amministrazione, può essere controllato e ricavato online.

Basta munirsi degli ultimi due cedolini stipendio tesoro ricevuto e attuare le procedure di accesso e di iscrizione al Service Personale Tesoro (SPT). Vi verranno dati così Username e Password, rispettivamente corrispondenti a codice fiscale e partita Iva presente sul cedolino, che vi consentiranno non solo di controllare il vostro cedolino stipendio tesoro ma anche di accedere a tutti gli altri servizi presenti all'interno del Service Personale Tesoro (SPT), pronmosso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Aggiornamento 2014: una nuova piattaforma web

Scrivendo su Google la parola chiave STP, l’utente viene indirizzato su un altro sito web, NoiPa, dove si troveranno tutte le informazioni richieste. NoiPa è sotto l’affido della Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione. Sono presenti sei Uffici, denominati in numeri romani dal V all’XI. NoiPa rappresenta quindi l’evoluzione di STP e si prefigge due scopi:

  • estendere questi servizi sugli stipendi a tutto il comparto della Pubblica Amministrazione
  • elaborare dei nuovi sistemi sul rapporto presenze/assenze e sul trattamento giuridico

Si può quindi considerare il portale NoiPa come unico centro di raccolta che contiene al suo interno i servizi di STP e di Stipendi PA, che quindi vengono inglobati nella nuova piattaforma.
Per quanto riguarda gli stipendi, è presente un Faq con tutte le domande possibili e le risposte ai quesiti. Nello specifico, sono elencate le seguenti domande:

  • Comunicazione delle riduzioni del salario in caso di lavoro part-time e come esso si modifica o si inserisce
  • Inserimento della trattenuta sindacale
  • Variazione riguardo la modalità di pagamento
  • Variazione dello stipendio riguardo la componente fissa
  • In che modo si entra nella sezione della gestione dello stipendio, che prima era presente sul sito della STP web
  • In che modo si può accedere all’applicativo Modelli
  • Gestione del conguaglio a credito o a debito da effettuare su una partita del salario
  • modifica del trattamento pensionistico
  • modifica delle detrazione per quanto riguarda il lavoro dipendente
  • risposte su come viene gestita la malattia
  • come si gestiscono le ritenute extra-erariali

Queste sono solo alcune delle domande presenti sulla pagina web, che contiene all’interno anche tutti gli altri quesiti maggiormente richiesti dagli utenti.

Le proteste

In questo 2014 non sono poche le proteste da parte dei dipendenti della Pubblica Amministrazione riguardo il blocco degli stipendi. Per questa ragione, i sindacati stanno pensando si scendere in piazza per chiedere un cambio di passo al Governo, che finora ha dichiarato che sbloccherà i salari per quanto riguarda forze dell’ordine e militari. Per queste categorie, nella Legge di Stabilità è stato stanziato un miliardo di euro come risorse di cui saranno beneficiarie questi gruppi. Viva soddisfazione è stata espressa da entrambe le parti, visto che le forze di polizia avevano minacciato uno sciopero clamoroso qualora si fosse confermato il blocco degli stipendi.





Potrebbe interessarti

Disoccupazione agricola: soggetti e procedura per richiederla

Anche chi lavora nel settore agricolo ha diritto a delle indennità in caso di perdita del lavoro; a tal proposito infatti l'Inps ha stabilito un compenso speciale detto di disoccupazione agricola.

Leggi tutto...

Preavviso dimissioni: numero di giorni e casi particolari

Quando il rapporto di lavoro si interrompe per volontà del lavoratore questi deve rassegnare le proprie dimissioni, con il dovuto preavviso, compilando un'apposita lettera (per approfondire il discorso sulla lettera in questione c'è anche un buon testo su Amazon che ci sentiamo di raccomandarvi). Le dimissioni hanno effetto dal momento in cui il datore di lavoro ne viene a conoscenza (non è richiesta l’accettazione). 

Leggi tutto...

Curriculum vitae in francese: sai cosa scrivere?

Attualmente sono tante le persone che cercano lavoro all'estero e necessitano di modelli di curriculum da scrivere in lingua straniera; oltre all'inglese, anche il francese è una lingua molto usata nel mondo lavorativo europeo.

Leggi tutto...

Calcolo dello stipendio di un docente: determinazione e caratteristiche

Tutte le tipologie di lavoratori hanno diritto a ricevere periodicamente lo stipendio dovuto e che quantificato

Leggi tutto...

Pagamento in ritardo dello stipendio: cosa fa il lavoratore?

Il diritto alla retribuzione del lavoro è disciplinato dall'art. 36 della Costituzione e dell'art. 2099 del Codice Civile. Con tali articoli si impone al datore di lavoro di rispettare i vincoli contrattuali, compresa la data di erogazione dello stipendio, imposti per legge o dai CCNL a livello nazionale o locale.

Leggi tutto...

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Calcolo pensione Inarcassa: come fare?

calcolo della pensione inarcassa

In materia di pensione e di previdenza esistono delle strutture pensionistiche apposite chiamate casse di previdenza. Le casse di previdenza sono degli organismi ben precisi ai quali fanno riferimento specifiche categorie di lavoratori: vediamo come muoversi per il calcolo pensione Inarcassa.

Leggi tutto...

Lettera di licenziamento: indicazioni ed esempi da seguire

Il decreto legge n°112 del 25 giugno 2008 sancisce che non è più necessario dare le dimissioni online, il lavoratore deve solo comunicare le dimissioni attraverso una lettera di licenziamento scritta e rispettare i termini di preavviso (dopo aver concordato il TFR con il proprio datore di lavoro).

Leggi tutto...

Il recupero crediti: come funziona?

il lavoro del recupero crediti

L'attività di recupero crediti consente ad aziende e privati di essere tutelati nei loro diritti, consentendo infatti l'incasso di un credito che non è stato possibile ottenere.

Leggi tutto...

Consulente aziendale: qual è esattamente il suo compito?

Un lavoro molto richiesto al giorno d’oggi è sicuramente quello del consulente aziendale. Con l’aumento degli investimenti imprenditoriali e la nascita di sempre e più numerose aziende, la figura del consulente aziendale diventa sempre più importante.

Leggi tutto...

Legge sulla Privacy nel Curriculum Vitae

informativa sulla privacy da inserire nel curriculum

Quando sono in cerca di personale, sempre più aziende liquidano la questione della privacy delle informazioni del curriculum del candidato con la richiesta generica di autorizzare il trattamento dei dati.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contratto a progetto: le caratteristiche

firmare un contratto a progetto

Il contratto a progetto (co.co.pro.) sono anche detti contratti di collaborazione per programma e sono una tipologia di contratto di lavoro disciplinata dal D. Lgs. n. 276/2003, c.d. Legge Biagi. I co.co.pro. definiscono il lavoratore non come un dipendente, ma un collaboratore autonomo.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Redditi diversi: normativa e caratteristiche

Il TUIR è il Testo Unico delle Imposte sui Redditi, emanato con il D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 e successive modifiche. Il TUIR comprende gli articoli tra il 67 e il 71 dedicati alla voce Redditi Diversi.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro in Molise: scopri come trovarlo!

Scopriamo tante entusiasmanti offerte di lavoro in Molise

Trovare lavoro in Molise può risultare difficile, specie quando molti sono disposti ad attraversare l’Italia pur di ottenere un impiego. 

Leggi tutto...
Go to Top