Lo stipendio rappresenta dunque l'ammontare di denaro che deve essere pagata al lavoratore dal datore di lavoro per l'attività lavorativa svolta presso la propria struttura. Spetta di diritto al lavoratore; è infatti un dovere e un obbligo imprescindibile del datore di lavoro.

Viene emesso soprattutto a seguito della stipula di un contratto di lavoro e deve essere emesso periodicamente, secondo quanto previsto dal contratto di lavoro stesso. Si chiama salario lo stipendio che percepisce un lavoratore dipendente. In Italia inoltre il lavoratore ha diritto alla cosiddetta retribuzione minima regolata dai vari contratti collettivi di lavoro per settore.

La riscossione, che dev'essere obbligatorio perché previsto per legge e dai singoli contratti collettivi nazionali di settore, è dunque diversa a seconda di numerosi fattori. È comunque semplice calcolare lo stipendio netto di un singolo lavoratore tenendo presente diverse dinamiche anche quelle previdenziali, assistenziali e pensionistiche.

Stipendi tesoro: la riscossione del cedolino online

Lo stipendio del tesoro che è quello riscosso dai dipendenti della Pubblica Amministrazione è possibile riscuoterlo attualmente attraverso il cedolino online. Il Ministero dell'Economia e della Finanza (MEF) ha infatti reso disponibile il SPT (Service Personale Tesoro).

SPT: Service Personale Tesoro

Il SPT è un supporto informativo telematico che offre tantissimi servizi come quello di calcolare la contabilità relativa allo stipendio del tesoro comprese sia lecompetenze fisse mensili che le competenze accessorie, quali gli straordinari o il Fondo Unico di Amministrazione.

Il SPT (Service Personale Tesoro) consente anche di controllare gli obblighi in materia di normativa fiscale e previdenziale da versare ogni mese ed ogni anno. Il Service Personale Tesoro (SPT), offre inoltre il Portale Stipendi PA, dove è possibile controllare e stampare i cedolini del tesoro e i modelli CUD e 730 per i dipendenti della Pubblica Amministrazione.

Come accedere ai servizi online della pubblica amministrazione

Per avere tutte le informazioni relative al vostro stipendio del Tesoro è necessario avere tutte le informazioni degli ultimi due cedolini dello stipendio per avere Username e Password utili ad accedere ai servizi del portale. Lo username è il codice fiscale, mentre la Password è la partita Iva del cedolino.

I requisiti per ottenere la retribuzione

I principali requisiti utili all'ottenimento dello stipendio e della retribuzione sono regolati dai principi costituzionali della sufficienza e della proporzionalità, disciplinati dall'articolo 36 della Costituzione Italiana.

La proporzionalità prevede che l'ammontare della retribuzione sia proporzionale al in primis tempo del lavoro svolto, ma anche alla qualità dell'attività lavorativa stessa, tenendo conto delle responsabilità che si hanno e delle difficoltà e complessità del tipo di lavoro effettuato.

Ai sensi dell'articolo 3 della Costituzione e secondo il principio della sufficienza, il lavoratore dovrà infine avere una giusta retribuzione utile a vivere sereno secondo le sue reali esigenze e della sua famiglia.

Si possono inoltre verificare situazioni spiacevoli per i lavoratori come il mancato pagamento ritardi oppure pignoramento dello stipendio, se è il dipendente è il dipendente che ha contratto dei debiti ingenti con datore di lavoro o altrove.

Il cedolino per i dipendenti PA

Ogni lavoratore che è alle dipendenze di un datore di lavoro percepisce un regolare stipendio. Il lavoratore autonomo, proprio perché tale, guadagna invece in base al suo lavoro senza riscuotere uno stipendio da terzi.

Per i lavoratori dipendenti invece, la riscossione dello stipendio è un diritto imprescindibile che il datore di lavoro deve elargire per legge e obbligatoriamente. A seconda della tipologia di lavoro, della sua durata e del grado di difficoltà della mansione svolta, l'ammontare dello stipendio può variare.

É facilissimo calcolare lo stipendio netto di un singolo lavoratore valutando i sopracitati fattori e le varie dinamiche legate alla previdenza e alle pensioni. Le modalità di riscossione dello stipendio poi possono variare a seconda del tipo di contratto firmato.

Sempre legati alla riscossione dello stipendio possono capitare situazioni sgradevoli, dovute ad inadempienze da parte del datore di lavoro come ritardi nel pagamento dello stipendio oppure il mancato pagamento dello stipendio ritardi oppure

Si può inoltre verificare il pignoramento dello stipendio, dovuto in questo caso a cause delle quali è responsabile il dipendente stesso che ha contratto dei debiti con l'azienda dove lavora oppure altrove.

Lo stipendio si percepisce comunque attraverso la compilazione e l'ottenimento di un apposito cedolino che delinea l'ammontare e le modalità di pagamento. Il cedolino sitpendio tesoro è quello che viene percepito da alcuni dipendenti della pubblica amministrazione.

Le procedure e la riscossione del cedolino online

Il cedolino stipendio tesoro, con le nuove politche di digitalizzazione delle operazioni di molte mansioni legate alla Pubblica Amminsitrazione, così come per altri settori lavorativo e associazioni, quali l'Inps, che viene fornito a coloro che lavorano nell'ambito della pubblica amministrazione, può essere controllato e ricavato online.

Basta munirsi degli ultimi due cedolini stipendio tesoro ricevuto e attuare le procedure di accesso e di iscrizione al Service Personale Tesoro (SPT). Vi verranno dati così Username e Password, rispettivamente corrispondenti a codice fiscale e partita Iva presente sul cedolino, che vi consentiranno non solo di controllare il vostro cedolino stipendio tesoro ma anche di accedere a tutti gli altri servizi presenti all'interno del Service Personale Tesoro (SPT), pronmosso dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Aggiornamento 2014: una nuova piattaforma web

Scrivendo su Google la parola chiave STP, l’utente viene indirizzato su un altro sito web, NoiPa, dove si troveranno tutte le informazioni richieste. NoiPa è sotto l’affido della Direzione dei Sistemi Informativi e dell’Innovazione. Sono presenti sei Uffici, denominati in numeri romani dal V all’XI. NoiPa rappresenta quindi l’evoluzione di STP e si prefigge due scopi:

  • estendere questi servizi sugli stipendi a tutto il comparto della Pubblica Amministrazione
  • elaborare dei nuovi sistemi sul rapporto presenze/assenze e sul trattamento giuridico

Si può quindi considerare il portale NoiPa come unico centro di raccolta che contiene al suo interno i servizi di STP e di Stipendi PA, che quindi vengono inglobati nella nuova piattaforma.
Per quanto riguarda gli stipendi, è presente un Faq con tutte le domande possibili e le risposte ai quesiti. Nello specifico, sono elencate le seguenti domande:

  • Comunicazione delle riduzioni del salario in caso di lavoro part-time e come esso si modifica o si inserisce
  • Inserimento della trattenuta sindacale
  • Variazione riguardo la modalità di pagamento
  • Variazione dello stipendio riguardo la componente fissa
  • In che modo si entra nella sezione della gestione dello stipendio, che prima era presente sul sito della STP web
  • In che modo si può accedere all’applicativo Modelli
  • Gestione del conguaglio a credito o a debito da effettuare su una partita del salario
  • modifica del trattamento pensionistico
  • modifica delle detrazione per quanto riguarda il lavoro dipendente
  • risposte su come viene gestita la malattia
  • come si gestiscono le ritenute extra-erariali

Queste sono solo alcune delle domande presenti sulla pagina web, che contiene all’interno anche tutti gli altri quesiti maggiormente richiesti dagli utenti.

Le proteste

In questo 2014 non sono poche le proteste da parte dei dipendenti della Pubblica Amministrazione riguardo il blocco degli stipendi. Per questa ragione, i sindacati stanno pensando si scendere in piazza per chiedere un cambio di passo al Governo, che finora ha dichiarato che sbloccherà i salari per quanto riguarda forze dell’ordine e militari. Per queste categorie, nella Legge di Stabilità è stato stanziato un miliardo di euro come risorse di cui saranno beneficiarie questi gruppi. Viva soddisfazione è stata espressa da entrambe le parti, visto che le forze di polizia avevano minacciato uno sciopero clamoroso qualora si fosse confermato il blocco degli stipendi.

Potrebbe interessarti

Requisiti per aprire un asilo nido: conosci le normative al riguardo?

aprire un asilo nido

Aprire un asilo nido? Oggi l'iter burocratico per aprire quest'attività è abbastanza chiaro e significa l'inizio di una attività imprenditoriale a tutti gli effetti. In primis è bene considerare la domanda per tale tipo di servizio. Oggi in Italia si registrano più di 3000 asili nido pubblici, oltre alcune centinaia di strutture per l'infanzia convenzionate; ciò nonostante sono numerosi i bimbi sotto ai 3 anni esclusi dalla graduatoria dagli asili nido pubblici.

Permesso parentale: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Permesso parentale

Il permesso parentale è un diritto che viene dato ad entrambi i genitori per ogni bimbo. Si tratta in definitiva della possibilità di astenersi dal lavoro.

Tirocini formativi attivi: scopri i requisiti e le prove di esame

Tirocini formativi attivi

La riforma d'insegnamento voluta dal Ministro Gelmini, prevede i Tirocini Formativi Attivi (TFA), utili a ottenere l'abilitazione all'insegnamento, che sarà a numero chiuso accedendovi mediante un concorso nazionale. Scopriamo cosa sono attraverso questo approfondimento.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Lo stipendio di una Commessa: il contratto, la retribuzione, le offerte online

Lo stipendio di una Commessa

Il lavoro di commessa è sicuramente uno dei più difficili. Non serve una formazione di studi particolare per essere assunta, ma contano molto la personalità e la predisposizione ai rapporti interpersonali. Questo lavoro può diventare anche stagionale magari per determinati periodi dell’anno, come può essere sotto le feste natalizie o in periodi di saldi.

Noleggio auto a lungo termine per partita IVA: vantaggi e come funziona

auto-mercedes.jpg

La formula del noleggio auto a lungo termine, alternativa virtuosa sia all’acquisto di una vettura che al leasing, è sempre più apprezzata da un pubblico trasversale. Che è composto sia da privati che da aziende e professionisti titolari di una partita IVA. Questi ultimi in modo particolare possono beneficiare di una serie di opportunità (clicca qui), utili a supportare lo sviluppo armonico del business e a incrementare l’autorevolezza nei confronti dei diretti competitor. I tempi del contratto? In genere si va da un minimo di 24 a un massimo di 60 mesi.

Diventare pilota di linea in Italia: licenze, scuole e requisiti

diventare pilota di linea

Alzi la mano chi, almeno una volta, da piccolo non ha sognato di diventare pilota di linea! Certo, magari stregati da qualche film il nostro sogno si focalizzava sull'essere piloti di caccia militari, capaci di escursioni spericolate come quelle di Tom Cruise in "Top Gun", ma ora non sottilizziamo troppo: in fondo, che si tratti di diventare piloti di un F14 Tomcat, oppure di un aereo di linea come il tecnologico Boeing 787, il sogno è lo stesso, e avere l'abilità di pilotare un aereo è un desiderio umanissimo, visto che volare è da sempre una delle massime aspirazioni umane. 

Leggi anche...

Lavorare nel cinema: scopri tutte le opportunità!

Al giorno d'oggi sono tantissimi i giovani che desiderano lavorare nel mondo del cinema ed entrare a far parte di un giro che ha confidenza con la macchina cinematografica (a pieno titolo).

Leggi anche...

Cassa integrazione: ecco come funziona davvero. Scoprilo con noi

Immagine esemplificativa di soldi della cassa integrazione

La cassa integrazione è un intervento dello Stato richiesto dalle aziende o dalle società che hanno gravi difficoltà finanziare e si concede per un periodo di tempo limitato. Il fine della cassa integrazione è quello di aiutare il titolare dell'azienda a risanare la sua situazione economica, in maniera da evitare la chiusura dell’attività e una conseguente perdita del lavoro, di coloro che avevano impiego nell’azienda. Esistono 2 differenti tipi di cassa integrazione, l'ordinaria e la straordinaria.