Il percorso di studi universitari in ingegneria gestionale offre degli sbocchi occupazionali molto interessanti, sia nella sfera pubblica che privata. Come tutte le lauree scientifiche, richiede grande impegno in termini di ore di studio, dal momento che prepara gli studenti a gestire sistemi complessi ad ampio spettro di applicazione.

Un percorso impegnativo ma con ottimi risvolti in termini di occupazione

Il piano di studi in ingegneria gestionale può essere seguito presso le università fisiche, ma anche presso gli atenei online, università accreditate dal MIUR che offrono la possibilità di gestire da casa la didattica.

Se vuoi intraprendere questa carriera e stai cercando informazioni sulla durata media degli anni di studio, ti farà piacere sapere che nel nostro Paese i risultati di rendimento e spendibilità del titolo sul lavoro sono molto elevati.

A chiarirlo sono le indagini di Almalaurea, consorzio universitario che, periodicamente, produce statistiche e report sulla condizione universitaria italiana. Vediamo nel dettaglio gli aspetti salienti del percorso di studi in ingegneria gestionale.

Il profilo del laureato in ingegneria gestionale

Secondo Almalaurea, 76 studenti su 100 laureati in ingegneria gestionale provengono dal ramo dell’ingegneria industriale. Questo percorso conta maggiori quote di uomini, circa il 62%, che riescono ad ottenere il titolo magistrale entro i 26 anni e mezzo. Questo significa che, di media, impiegano poco meno di tre anni per conseguire il titolo biennale con un voto medio di laurea pari a 104,9 su 110.

Inoltre, almeno la metà degli studenti laureati in ingegneria gestionale ha abbinato lo studio ad esperienze extra come l’Erasmus, mentre il 67,10% si è dedicato a tirocini formativi curriculari.
Dall’indagine annuale Almalaurea, inoltre, risulta che più dell’84% degli studenti, se potesse tornare al momento dell’immatricolazione, sceglierebbe lo stesso corso.

Quali sbocchi occupazionali offre il piano di studi in ingegneria gestionale?

Il tasso di occupazione post-laurea per ingegneria gestionale è tra i più elevati perché si attesta sul 92,2%. Di questo, più di due terzi dei laureati si inseriscono nel mercato del lavoro a poco meno di un anno dal conseguimento del titolo mentre un 17,5% decide di dedicarsi a corsi di alta specializzazione.

Una parte minoritaria, infine, decide di aprire una propria attività e di lavorare autonomamente. La maggior parte dei laureati in ingegneria gestionale è impiegata in industria metalmeccanica e di precisione e, a seguire, nel ramo delle consulenze professionali e nell’industria manifatturiera. Solo il 3% dei laureati, infine, ricopre ruoli consulenziali nell’ambito pubblico.

La situazione a cinque anni dalla laurea

Dopo cinque anni dal conseguimento del titolo il tasso di occupazione sale al 95,6%. Il dato degli autonomi sale al 3,6% dall’1,9%, l’86,2% dei laureati ha un contratto a tempo indeterminato e il lavoro part-time interessa solo il 2,5%. La retribuzione media si attesta sui 1700,00€ netti al mese. Rimangono simili i valori di occupazione nella sfera privata, mentre salgono gli occupati presso posizioni dirigenziali che, a cinque anni dalla laurea, corrispondono a circa il 6,4%.

Con questi numeri possiamo affermare che il piano di studi in ingegneria gestionale offra ottime opportunità in termini di occupazione e che sia un corso altamente valido su cui investire per il proprio futuro.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Potrebbe interessarti

Colloquio motivazionale: vi sveliamo il segreto per affrontarlo!

Immagine per colloquio motivazionale

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Scienze Umanistiche: quali sono gli sbocchi lavorativi di questa facoltà?

Scienze Umanistiche

La Facoltà di Scienze Umanistiche mira ad offrire una formazione umanistica aggiornata con l’ausilio delle metodologie più moderne, con l'intenzione di condurre gli studenti ad attivare un occhio critico per guardare il mondo contemporaneo in tutta la sua complessità e in tutte le sue metamorfosi.

Come scegliere un master: una guida per trovare il più adatto!

Come scegliere un master? Considerata la durata e il costo di un master, scegliere quello sbagliato può significare perdere tempo e denaro.

I più condivisi

Maternità anticipata per lavoro a rischio: come presentare la domanda

maternità anticipata

Oggi affrontiamo un tema caro a molte donne: la Maternità anticipata per lavoro a rischio. Ciò vale per le lavoratrici dipendenti e per le libere professioniste iscritte alla Gestione separata. Coloro che svolgono un’attività autonoma non hanno l’obbligo di astenersi dal lavoro.

Smart POS e cordless per gli esercenti: conviene davvero

Smart POS

La crescita dei pagamenti elettronici in Italia negli ultimi anni è stata esponenziale. Ha registrato un picco durante il periodo di chiusura causato dalla pandemia. Con la riapertura, l’esperienza dell’e-commerce, le agevolazioni fiscali messe in atto, gli esercizi commerciali – soprattutto – si sono adeguati e dotati di strumenti di pagamento elettronico anche mobili, cordless, facili da trasportare e utilizzare, ma soprattutto sicuri.

Diventare partner ICOTEA: scopri tutti i vantaggi

Acquista sempre più importanza la formazione. Oggi ancora di più e riguarda sia coloro i quali sono alla ricerca di un lavoro che, soprattutto i lavoratori, dipendenti o liberi professionisti che vogliono accrescere le proprie competenze.

Leggi anche...

Finestre Pensioni: le nuove norme introdotte e le modalità di attuazione

finestre pensione

La riscossione della pensione rappresenta una fra le cose maggiormente importanti per il lavoratore, specialmente per vivere, dopo la fine del periodo di lavoro, una vita comoda.

Leggi anche...

Trovare lavoro come architetto: scopri come progettare il tuo futuro!

progetto disegnato da un architetto

Vuoi trovare lavoro come architetto? La creatività e l'ingegno va spesso a braccetto anche con la realizzazione e la costruzione di case e interni per le stesse. Esistono infatti figure professionali che si occupano proprio di questo, ovvero di realizzare progetti per le vostre abitazioni seguendo i vostri gusti e le vostre esigenze.