L'applicazione dell'intelligenza artificiale al marketing rappresenta la sfida più impegnativa e importante che coinvolge Salesforce, che mette a disposizione delle aziende - a prescindere dalle loro dimensioni - un assortimento molto ampio di tool che coinvolgono le diverse aree di business. La messa a punto di nuovi prodotti è finalizzato al raggiungimento di tale obiettivo, e lo stesso dicasi per il rilascio di funzionalità innovative nei vari cloud. La tool di Marketing Cloud, in particolare, presenta un interessante ventaglio di aggiornamenti, destinati a garantire benefici concreti agli utenti.

Ecco cosa fa la piattaforma di Marketing Cloud di Salesforce:

  • Raccoglie, ordina e analizza tutti i dati provenienti dai vari canali (digitali e non), rendendoli in tal modo consultabili in tempo reale permettendovi di possedere una visione di insieme  puntuale e precisa;
  • Monitora il customer journey degli utenti e analizza i vari touchpoint che vengono registrati al fine di permettere all’azienda di reagire in maniera tempestiva e coerente a ogni comportamento dei contatti, riuscendo a tenere sotto controllo ogni gesto, dando così valore ad ogni interazione;
  • Vi permette di creare moduli di registrazione che siano dinamici e di creare, organizzare e gestire il database di tutti i contatti, rendendo più semplici e veloci numerose attività;
  • Vi permette di gestire in maniera autonoma ed automatica le campagne di lead nurturing su tutti i canali aziendali, creare, all’evenienza, campagne di email marketing con messaggi personalizzati in base ai destinatari e al loro comportamento, finendo per attuare una comunicazione quasi faccia a faccia perché è quello che i consumatori si aspettano che avvenga;
  • Fornisce i resoconti dei dati e delle attività, consentendovi di modificare le vostre strategie in corso d’opera in base ai risultati forniti, in modo da essere costantemente aggiornati ed efficienti;
  • È in grado di interfacciarsi in maniera automatica con il CRM.

Si tratta, naturalmente di una piattaforma che bisogna imparare a gestire ed utilizzare, ma che vi donerà numerosi vantaggi, soprattutto in termini di tempistica (che sarà nettamente minore rispetto allo svolgimento manuale degli stessi compiti).
Naturalmente non dovrete fare tutto da soli, ma potrete rivolgervi ad un team di esperti dei servizi di digital marketingche con la loro esperienza saranno in grado di analizzare in breve tempo la vostra azienda, comprendere le vostre necessità e quindi creare ed aiutarvi ad attuare la migliore strategia di customer engagement portandovi verso la piena maturità digitale.
Essi, per prima cosa, si occuperanno di verificare il vostro livello di evoluzione digitale confrontando la vostra posizione con le tendenze e le strategie attuate dai vostri competitor, partendo da ciò creeranno la campagna evolutiva che faccia al caso vostro grazie a Copywriter, Art Director, Digital Developer ed altri competenti.
I dati raccolti in fase di analisi verranno trasformati in punti di forza per il vostro business che subirà un’evoluzione vera e propria da cui non vorrete tornare indietro per nessun motivo al mondo perché la qualità della vostra vita lavorativa sarà nettamente superiore e finirà per stravolgervi ogni ambito della vostra vita.

Le novità più recenti in casa Salesforce

Le ultime novità di Salesforce Marketing Cloud: gli aggiornamenti più recenti

Salesforce poche settimane fa ha acquisito Tableau, una piattaforma di analisi dei dati che offre l'opportunità di migliorare in modo significativo le capacità analitiche di Salesforce. In virtù di questa acquisizione, il primo CRM al mondo diventa protagonista di un matrimonio prezioso con la prima piattaforma di analisi. L'implementazione di Tableau serve, tra l'altro, ad aumentare e velocizzare la capacità di assicurare il successo della clientela: merito di una visione unificata dei vari dati.

Le caratteristiche di Marketing Cloud

Passando a Salesforce Marketing Cloud, questo tool cloud di marketing permette di implementare un livello di personalizzazione molto elevato in virtù di un customer journey cross-channel. Lo strumento della suite di Salesforce, in pratica, consente di usufruire di una strategia di marketing customer-centric, rendendo disponibili gli strumenti che servono per far sì che i clienti beneficino delle esperienze a cui mirano. Il funzionamento è garantito sia in ottica business to consumer che in ottica business to business: di conseguenza le aziende hanno la possibilità di configurare e modificare le proprie impostazioni a seconda dell'ambiente di lavoro. 

Advertising Studio

Grazie all'aggiornamento più recente di Advertising Studio, le varie informazioni che riguardano gli annunci social diventano disponibili in Marketing Cloud. Ciò significa dire addio alla consultazione delle metriche delle campagne pubblicitarie di Journey Builder attraverso Facebook Campaign Manager: il miglioramento che ne deriva è evidente, in quanto l'andamento delle campagne può essere tenuto sotto controllo con più facilità, e anche il return of investment che si ottiene può essere calcolato e monitorato senza problemi. I Playbook, invece, sono stati eliminati e hanno smesso di funzionare, mentre sono stati introdotti i nuovi moduli Trailhead di Marketing Cloud, per mezzo dei quali è più semplice diventare più bravi ed esperti nelle certificazioni Salesforce.

Journey Builder

Cambiamenti in vista anche per Journey Builder, che con il nuovo aggiornamento permette di realizzare e salvare dei Template dei Journey che poi possono essere condivisi con le varie aree aziendali. I template si rivelano utili per le organizzazioni attive a livello internazionale, dal momento che contribuiscono a standardizzare le campagne, il workflow di messaggi di posta elettronica e tutti gli altri strumenti digital, sia tra le varie unità aziendali che tra i vari mercati. 

Marketing Cloud Connect

Degno di attenzione è anche il più recente aggiornamento di Marketing Cloud Connect, grazie a cui le informazioni di Parent Account possono essere condivise con Account Child che fanno parte dello stesso ecosistema. In effetti, uno dei benefici di maggior rilievo che derivano dal ricorso a Salesforce, o comunque a uno strumento CRM di questo tipo, è rappresentato dal fatto che tutti i dati sono integrati in una piattaforma sola. Marketing Cloud Connect, in altri termini, rende più semplice ed efficace la condivisione di informazioni, a beneficio dei clienti che possono vivere le esperienze che vogliono. La tool dispone di tale funzionalità già da tempo, ma adesso è stata attivata per tutte le applicazioni: di conseguenza, i processi di configurazione sono più snelli in presenza di una struttura gerarchica costruita per condividere le informazioni.

Le novità: engagement e segmentazione del pubblico

Una delle ultime novità offerte da Marketing Cloud è proprio la possibilità di creare relazioni con i propri clienti e generare quello che viene comunemente definito engagement. In questo senso, le proposte sono diverse, come Email Studio e Social Studio, strumenti ad hoc che consentono di costruire campagne personalizzate, sia via mail che sui social network, così da trasformare i follower in potenziali clienti. Un altro strumento, Mobile Studio, consente inoltre di sviluppare sms marketing. Ma ognuno di questi strumenti diventa efficace solo se, poi, i risultati vengono misurati e analizzati. Per farlo c’è Analytics Builder, che permette di avere report e dati statistici praticamente in tempo reale su ogni azione compiuta con Marketing Cloud. Questo cosa significa? Che è possibile buttare giù un follow-up sui visitatori del proprio sito web, sulla portata delle campagne di email marketing e sul livello di engagement dei profili social. In questo modo, avremo a nostra disposizione ogni informazione utile per poter decidere e ottimizzare campagne e azioni marketing, puntando i risultati migliori. Marketing Cloud permette anche di rendere accessibili le informazioni aziendali e con Data Extension, si possono usare come chiave di interazione nei customer journey. Cos’altro è possibile fare, oggi, con Salesforce Marketing cloud? Sicuramente si possono anche ottenere previsioni tramite l’intelligenza artificiale. Di strumenti ce ne sono diversi, come Einstein Engagement Frequency, ma anche Einstein Engagement Scoring e infine Einstein Send Time Optimization. Cosa consentono di fare questi strumenti? Innanzitutto di usare i dati in nostro possesso elaborandole con la logica dell’Intelligenza Artificiale, così da produrre previsioni sui comportamenti dei clienti e consentire a noi di costruire campagne marketing giuste nel momento più opportuno. Inoltre, questi strumenti consentono anche di conoscere il pubblico andandolo a segmentare, così da poter sapere su quale segmento stiamo ottenendo risultati e su quali, invece, siamo ancora carenti. 

A questo punto possiamo sintetizzare i vantaggi di Marketing Cloud:

  • possiamo progettare una customer experience a 360° su ogni canale a disposizione;
  • Possiamo raggiungere i nostri potenziali clienti, attraverso i canali e i messaggi più adatti ed efficaci;
  • riusciamo a interagire con gli utenti in modo più efficace;
  • possiamo fidelizzare i clienti costruendo con loro relazioni basati sulla fiducia e la credibilità.

Salesforce è quindi un sistema davvero interessante per praticamente tutte le tipologie di aziende, sia piccole che già grandi.

Potrebbe interessarti

Disoccupazione e requisiti ridotti: di cosa si parla esattamente?

Disoccupazione e requisiti ridotti

Si definisce disoccupazione, la condizione in cui si trovi un soggetto in età di lavoro che non sia una forza attiva nel mondo del lavoro.

Autocandidatura: come proporre la propria candidatura di lavoro

come fornire un autocandidatura

L’era di internet permette diverse modalità di candidatura delle offerte di lavoro. Nel caso la propria candidatura sia in risposta ad un annuncio di lavoro è possibile inviare il proprio curriculum vitae e la lettera di accompagnamento via mail.

Astensione obbligatoria: un diritto delle mamme lavoratrici

astensione obbligatoria

In caso di parto prematuro, la legge 53/2000 stabilisce che l’astensione obbligatoria debba comunque essere di 5 mesi. Quindi se la lavoratrice- mamma non ha goduto del periodo pre-parto di 2 mesi, potrà aggiungere ai tre mesi post-parto i giorni non goduti prima del parto, nel limite massimo di cinque mesi. In caso di parto prematuro la lavoratrice dovrà presentare il certificato attestante la data del parto entro un mese dal lieto evento.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Quota 100 per la Pensione: tutto sul progetto rilanciato dal M5s

Imagine esemplificativa che rimanda alla quota 100

Con il termine Quota 100 si intende la proposta diretta ad anticipare l'età pensionabile dei lavoratori che sono regolarmente iscritti ai fondi di previdenza che gestisce l'assicurazione generale obbligatoria, ovvero l’AGO; alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, alla gestione separata per i fondi sostitutivi e per quelli esclusivi dell'assicurazione generale obbligatoria. 

Lavoro sommerso: una piaga da combattere, o una necessità?

Immagine d'esempio usata nell'articolo Lavoro sommerso: una piaga da combattere, o una necessità?

Il lavoro nero non ha, nel nostro paese, definizione giuridica che si possa definire chiara al 100%. Le definizioni infatti sono state nel corso degli ultimi anni le seguenti (dovute alle leggi uscite dal nostro Parlamento):

L'assunzione di lavoratori comunitari: sai come funziona?

Immagine dell'assunzione lavoratore dal mondo

Sempre più di recente nel nostro Paese, le ditte assumono i cittadini comunitari (cioè che risiedono nell'Unione Europea). Per questo motivo, in Italia vi sono degli iter per accedere al mercato del lavoro se non si ha la cittadinanza italiana. 

Leggi anche...

Creazione del Curriculum? Ti aiutano gli esperti di OnlineCV!

come scrivere un curriculum vitae

I selezionatori e gli HR impiegano in media solo 7 secondi per valutare un curriculum vitae; durante questi sette secondi, ciò che serve perché il Curriculum possa essere preso in considerazione è che metta subito in evidenza i dati e le informazioni salienti: anagrafica, contatti, esperienza e competenze linguistiche o informatiche, hobby e interessi. La creazione del Curriculum richiede anche la capacità di interpretare le esigenze dell’azienda presso cui ci si sta proponendo e di far combaciare le proprie competenze con quelle che sono le necessità di un’azienda che assume.

Leggi anche...

Reddito riparametrato (equivalente): come si calcola

In periodo di iscrizione all'università, molti studenti sentono parlare la prima volta di reddito riparametrato, o detto reddito equivalente. Ma di cosa si tratta?