Grazie alle vacanze studio Inps (ex Inpdap), aumentano di anno in anno i ragazzi che si recano all'estero in soggiorni rivolti all'apprendimento di una lingua specifica o all'acquisizione di particolari competenze tecnico-teoriche. Ormai infatti la conoscenza di una lingua straniera è fondamentale e sfruttare questa possibilità prima della maggiore età potrebbe risultare molto utile soprattutto in un futuro ambito lavorativo, alla luce purtroppo delle scarse condizioni con le quali vengono insegnate le lingue in Italia.

Con l'arrivo del estate poi, l'incremento di giovani che decidono di soggiornare per motivi di studio all'estero o nelle località estive del nostro paese è notevole.

Vedremo, nell’articolo che segue, in cosa consista questa esperienza e come prendervi parte.

Come partecipare a una vacanza studio

L'Inps, in linea con la tradizione avviata dall’Inpdap, propone ogni anno numerosi soggiorni estivi di vacanza e studio, della durata di 15 giorni.
I posti sono riservati a giovani dai 7 ai 17 anni, che siano:

  • figli di dipendenti dell’istituto o di pensionati iscritti al fondo credito;
  • orfani di iscritti o pensionati all’ex Inpdap.

I passaggi da fare

Di seguito verranno elencati i passaggi da fare per chi vuole usufruire di questa possibilità:

  • Si può decidere di scaricare la modulazione on line oppure di ritirarlo presso gli sportelli provinciali dell’Inpdap;
  • Il modulo deve essere compilato dal genitore che è stato dipendente o risulta un pensionato dell’ente: nei casi di ragazzi orfani invece deve essere il tutore;
  • La modulazione, una volta compilata in tutte le sue parti, deve essere consegnato all’ufficio provinciale dove ha residenza il ragazzo. In alternativa, si può optare per l’invio via fax di tali moduli;
  • Qualora non venisse allegato il certificato relativo all’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) sarà riconosciuta la fascia più alta del reddito;
  • Rispettare la scadenza pubblicata nel bando per la presentazione della domanda

Il concorso per la vacanza Inpdap

Poiché i posti sono riservati e a numero chiuso, è necessario partecipare ad un concorso; la domanda di iscrizione può essere effettuata esclusivamente online, collegandosi nella pagina dedicata del sito dell'ente. E’ importante rispettare scrupolosamente i tempi previsti dal bando, pena l’esclusione dalla selezione. 

I programmi della vacanza studio

La vacanza studio Inpdap propone un insieme di attività a carattere ricreativo, sportivo e culturale, inserendo l'apprendimento di una lingua per i ragazzi che intendono soggiornare all'estero. L’organizzazione dispone inoltre dell'assistenza continua, mediante personale qualificato, per i ragazzi disabili, rendendoli in grado di seguire i corsi al pari degli altri studenti.

Informazioni da sapere

In questo paragrafo aggiungeremo informazioni utili per chi volesse usufruire di questo soggiorno per imparare una lingua, ormai fondamentale nella società globalizzata odierna. Si può fare richiesta di una sola domanda per una sola meta; chi partecipa ai soggiorni all’estero non deve essere maggiorenne; esiste una differenziazione di requisiti tra vacanze in Italia e all’estero (per la prima categoria ci sono tre sezioni mentre nella seconda ci sono classificazioni nazionale in base alle lingue e all’età); hanno diritto a una corsia preferenziale i disabili o coloro che hanno in famiglia un parente con tasso d’invalidità certificato pari o superiore al 70%, famiglie numerose con quattro figli a carico; per chi ha scelto una meta estera sarà valutato il fatto di aver già vissuto un’esperienza simile nel passato; sempre per i viaggi all’estero è necessario passaporto o documento d’identità valida per l’espatrio dai 15 anni in su mentre in caso contrario serve il passaporto che viene consegnato dalla questura; coloro che si occupano di organizzare questi viaggi, ossia gli operatori turistici, sono scelti in base a un bando e saranno valutati da un funzionario apposito; l’intero soggiorno è coperto da una polizza assicurativa contro eventuali furti o incidenti.

La vacanza studio in Europa

Per tale tipo di soggiorno è previsto un test d'ingresso utile a conoscere i livelli di preparazione individuali, al fine di inserire i giovani in classi contenenti non più di quindici persone. Alla fine di questa esperienza, si riceve inoltre un attestato di frequenza.

Il soggiorno in Italia

La vacanza studio in Italia si svolge, invece, all'interno di strutture alberghiere, solitamente posizionate in territori che presentano un patrimonio storico, artistico o culturale rilevante. Oltre alle attività sportive e culturali, è previsto lo studio della lingua inglese.

Potrebbe interessarti

Vacanza lavoro: scopri quali occasioni ci sono

Per lavoro, bisogna spesso spostarsi in una località diversa dalla sede della propria azienda; molte altre volte si cerca invece volutamente una vera e propria formula alternativa come quella della vacanza lavoro, diffusissima soprattutto tra i ragazzi che intendono andare all'estero per imparare una lingua

Il contratto Co.co.pro.: tutte le caratteristiche

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Dichiarazione redditi: 730 o modello Unico? Scopri le differenze

La dichiarazione dei redditi rappresenta uno strumento fiscale con il quale il contribuente va a dichiarare i propri redditi e corrisponde i relativi tributi al fisco. Sulla base del D.P.R. 600/73, le dichiarazioni dei redditi sono un atti pubblici che possono essere consultati gratuitamente. 

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Accessori per l’ufficio: ecco gli indispensabili

Si dice che se si lavora stando seduti seduto ad una scrivania eccessivamente ordinata, molto probabilmente non si sta adempiendo al proprio lavoro. Ovviamente il caos sarà pre sinonimo di creatività, ma essere ordinati, soprattutto negli uffici, è veramente doveroso. In questi ambienti, infatti, spesso vengono gestite importanti pratiche, conservati dei documenti e vi si trovano moltissimi articoli di cancelleria.

Finanziamenti della Regione Lazio: progetti per le imprese locali

finanziamenti per la regione lazio

La Filas, acronimo per finanziaria locale di sviluppo, è una delle società strumentali che la Regione Lazio ha creato per supportare i processi di di sviluppo e di innovazione del settore imprenditoriale laziale.

Lavorare nella moda: passione, stile e guadagno. Ecco come

Per queste professionalità il percorso passa assolutamente attraverso corsi specifici, staccati dalle università, ma piuttosto nati da istituti e istituzioni diverse. Per citarne alcuni, il Polimoda di Firenze, l'Istituto Marangoni di Milano, l'Accademia Italiana di Arte, Moda e Design e, per finire, lo Ied. Molti dei corsi proposti offrono la possibilità di uno stage all'estero ma soprattutto conoscenze concrete e formative.

Leggi anche...

Accessori per l’ufficio: ecco gli indispensabili

Si dice che se si lavora stando seduti seduto ad una scrivania eccessivamente ordinata, molto probabilmente non si sta adempiendo al proprio lavoro. Ovviamente il caos sarà pre sinonimo di creatività, ma essere ordinati, soprattutto negli uffici, è veramente doveroso. In questi ambienti, infatti, spesso vengono gestite importanti pratiche, conservati dei documenti e vi si trovano moltissimi articoli di cancelleria.

Leggi anche...

Depressione sul lavoro: rischio per chi supera le 11 ore

Immagine d'esempio usata nell'articolo Depressione sul lavoro: rischio per chi supera le 11 ore

Secondo un recente studio effettuato in Gran Bretagna, il rischio depressione sul lavoro per chi lavora più di 11 ore al giorno è maggiore di 2,5 volte rispetto al resto dei lavoratori. In particolare, il rischio depressione è più elevato per soggetti giovani e di sesso femminile.

Leggi anche...

Aprire la partita IVA: tutte le informazioni necessarie per farlo in modo consapevole

Quando si decide di iniziare un'attività in proprio, che sia uno studio professionale, uno shop online o si vuole diventare semplicemente un libero professionista, arriva il momento in cui bisogna aprire la partita IVA, un codice volto a identificare una persona o una società come contribuente. L’obbligo di apertura subentra nel momento in cui una specifica attività non viene più svolta occasionalmente, ma abitualmente, ovvero quando la durata della prestazione supera i 30 giorni e quando il compenso sfora i 5.000 euro.