Molto spesso, presi da mille impegni lavorativi e quotidiani, non si riesce a trovare il tempo per recarsi presso gli sportelli della Banca e delle Poste a riscuotere oppure versare ilo stipendio. Per non incorrere in spiacevoli inconvenienti, si può fare accreditare lo stipendio sul proprio conto corrente bancario oppure postale.

Versamento su conto corrente

Per l'accredito dello stipendio, è necessario che il datore di lavoro faccia un bonifico a nome del lavoratore sul suo conto corrente bancario o postale; lo stipendio viene dunque consegnato e retribuito a distanza.

Sempre al fine di ottenere l'accredito del salario, il lavoratore dovrà fornire al datore di lavoro il codice IBAN identificativo del proprio conto corrente. Questo codice è possibile trovarlo sui vecchi estratti conto o andando a richiederlo direttamente presso gli sportelli della banca. È inoltre necessario compilare il modulo apposito di “accredito stipendio”, che è possibile reperire direttamente on line. Il modulo andrà compilato e stampato in duplice copia.

L'accredito dello stipendio necessita di pochissimi passaggi per essere effettuato; dopo di che si riceverà direttamente lo stipendio in maniera veloce, senza dover andare in banca. L'accredito dello stipendio sul proprio conto corrente non prevede inoltre alcuna spesa aggiuntiva.

Per controllare che l'accredito della paga sia avvenuto, è necessario farsi rilasciare la lista degli ultimi movimenti recandosi in filiale o richiedendolo on line sul sito della vostra banca o della posta.

Il decreto salva Italia

In base al decreto Salva Italia, più precisamente all’articolo 12, i lavoratori hanno l’obbligo si aprire un contro corrente postale o bancario per ricevere l’accredito dello stipendio dovuto e della pensione per cifre superiori ai mille euro. lo scopo di questo decreto è di poter evidenziare tutti i passaggi di denaro ed tenere sotto controllo l’evasione fiscale. Secondo diverse associazioni dei consumatori questo obbligo è anticostituzionale e gioca a vantaggio delle banche. Ricevere il proprio compenso su un conto corrente però rappresenta molti vantaggi, che sono illustrati nell’elenco che segue.

  • Avere la possibilità di effettuare pagamenti vari tramite il conto.
  • Non dover andare in banca o alla posta per versare la somma ricevuta o l’assegno.
  • Diminuire i tempi di disponibilità effettiva della somma versata, ad esempio una somma di denaro versata tramite assegno è disponibile dopo cinque giorni lavorativi che si contano dalla data in cui si è effettuata l’operazione, mentre i tempi di disponibilità dei bonifici sono al massimo tre giorni lavorativi.
  • Avere la possibilità di controllare il proprio conto e la lista movimenti online e comodamente da casa.

Pagamento con assegno

Com’è stato già detto in precedenza il decreto Salva Italia ha stabilito che l’accredito di somme superiori ai mille euro deve avvenire solo tramite conto corrente. Nel caso in cui però lo stipendio sia inferiore alla suddetta somma, il pagamento può avvenire anche tramite assegno postale o bancario. L’assegno dovrà semplicemente contenere i dati del beneficiario e la dicitura non traferibile, quindi potrà essere incassato o versato solo dall’intestatario. Generalmente l’operazione di emissione di un assegno è gratuita da parte del datore di lavoro, è richiesto solo il pagamento di un’imposta di bollo di circa 1,50 euro. E’importante sapere che le banche hanno il divieto assoluto di cambiare assegni di un certo rilievo, in questo caso l’intestatario dovrà necessariamente aprire un conto corrente e versare l’assegno, che potrà poi prelevare in parte, trascorsi cinque giorni lavorativi.

Vuoi avere delle informazioni sul calcolo del tuo stipendio? Dai un'occhiata ala pagina che abbiamo preparato per te: clicca qui.





Potrebbe interessarti

Scopri la carta ILA e come ottenerla!

La carta ILA (Individual Learning Account) è una carta di credito formativa prepagata nata per finanziare la formazione professionale. La carta è un buono utile a finanziare un iter formativo mirato e adatto alle esigenze e alle aspirazioni professionali di chi la richiede.

Vacanza lavoro: scopri quali occasioni ci sono

Per lavoro, bisogna spesso spostarsi in una località diversa dalla sede della propria azienda; molte altre volte si cerca invece volutamente una vera e propria formula alternativa come quella della vacanza lavoro, diffusissima soprattutto tra i ragazzi che intendono andare all'estero per imparare una lingua

Pensione parasubordinati e autonomi: vediamo a chi spetta

Pensione parasubordinati e autonomi: vediamo a chi spetta

Con la legge n.98 del 26 luglio 2010, anche i parasubordinati, gli autonomi occasionali, i lavoratori con contratti co.co.co. e gli associati in partecipazione, possono richiedere la pensione all'Inps; che ha creato gestioni separate (Legge 8 agosto 1995 n. 335) apposite per regolare tali categorie di lavoratori.

Lettera di accompagnamento al curriculum: sai come scriverla?

lettera di accompagnamento

La lettera di accompagnamento del curriculum è un documento che viene inviato in allegato, o addirittura precede, il CV. In un mercato del lavoro che si fa sempre più competitivo e nel quale i titoli di studio iniziano ad essere inflazionati, attirare l’interesse del perito selettore con una nota personale può significare la differenza tra un colloquio positivo ed uno negativo.

Contratto a progetto e maternità

Il rapporto di lavoro sancito da un contratto a progetto è sospeso nel caso di malattia o infortunio del lavoratore o durante la gravidanza attraverso l’aspettativa per maternità. 

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Tirocini formativi attivi: scopri i requisiti e le prove di esame

ragazzi pronti per il tirocinio

La riforma d'insegnamento voluta dal Ministro Gelmini, prevede i Tirocini Formativi Attivi (TFA), utili a ottenere l'abilitazione all'insegnamento, che sarà a numero chiuso accedendovi mediante un concorso nazionale. Scopriamo cosa sono attraverso questo approfondimento.

Curriculum vitae in spagnolo: come scriverlo?

immagine per Curriculum vitae in spagnolo

Tra le varie località europee molto in voga per la ricerca del lavoro molti italiani, negli ultimi 15-20 anni, si sono avventurati nella penisola iberica in cerca di una occupazione: chi ancora volesse tentare questa esperienza, deve naturalmente concentrarsi al momento di stilare il Curriculum vitae in spagnolo.

Busta paga badante: regolarizza l'assistente domestica!

La figura della badante si occupa di fornire assistenza presso il domicilio degli anziani; molto utilizzata in Italia, gode di regolare inquadramento. Prima di soffermarci ad analizzare gli elementi che costituiscono la busta paga della badante, approfondiremo alcune notizie circa questa risorsa così preziosa per la società odierna.

Come entrare nell’Esercito italiano: ecco una guida imperdibile

Immagine usata nell'articolo Come entrare nell’Esercito italiano: ecco una guida imperdibile

Quando si valuta di intraprendere la carriera militare, bisogna prendere in considerazione alcuni aspetti fondamentali affinché il nostro percorso sia dei più accurati e idonei possibile. Del resto ne va del proprio futuro e non si può improvvisare niente o lasciare nulla al caso.

Contratto di lavoro a tempo indeterminato: tutto sull'argomento

immagine per contratto di lavoro a tempo indeterminato

Esistono infatti diverse forme di contratti di lavoro. C’è quello a tempo determinato, quello di collaborazione occasionale e il Co.Co.pro. Il più ambito tra le tipologie di contratti lavorativi però, nonché quello solitamente più utilizzato dai datori di lavoro, è sicuramente il contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Leggi anche...

Riforma del lavoro: la storia degli ultimi interventi

Immagine esemplificativa di un contratto dopo la riforma del lavoro

Il Governo Monti ha presentato, dopo delle riunioni con partiti e associazioni sindacali, la sua riforma per il lavoro. Si prevedono modifiche per l’articolo 18, ammortizzatori sociali, contratti di lavoro e cassa integrazione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

RSPP: Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

Immagine d'esempio usata nell'articolo RSPP: Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione

L’art. 2 del D.Lgs.81/2008 e s.m.i. definisce il RSPP come «persona in possesso delle capacità e dei requisitiprofessionali (...omissis...) designata dal datore di lavoro che svolge "insieme a persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoratori esposti all'amianto: conosci i benefici pensionistici?

Immagine usata per illustrare l'articolo Lavoratori esposti all'amianto: conosci i benefici pensionistici?

La legge prevede degli incentivi e dei benefici per i lavoratori esposti all'amianto, ovvero per tutti quei dipendenti costretti a lavorare in edifici costruiti con polvere d'amianto e sostanze affini quali crisotilo, crocidolite, tremolite ecc.

Leggi tutto...
Go to Top