In base al D.Lgs. 469/97, preceduto dalla legge Bassanini, il centro per l'impiego ha sostituito l'ufficio di collocamento per ciò che concerne i compiti ad esso relativi. Rientra, inoltre, nelle strutture con cui la Regione svolge le sue funzioni.

Il precedente ufficio, fra i suoi compiti, era preposto al rilascio del “libretto di lavoro”, un documento che riportava la storia lavorativa del soggetto. Dal 2002, il libretto è stato sostituito dalla “scheda professionale del lavoratore”, un curriculum vitae più completo che tiene conto anche della formazione oltre che di tutte le esperienze lavorative.

I compiti principali del nuovo ufficio di collocamento

  • mediare tra la domanda e l'offerta del mercato del lavoro,
  • informazione, orientamento e consulenza per tutti coloro che vivono nel territorio e necessitano di delucidazioni relative al settore lavorativo,
  • sostegno e informazione circa il collocamento dei lavoratori.

Il centro per l'impiego inoltre svolge funzioni in materia di:

  • lavoratori disabili,
  • lavoratori vincitori di pubblico concorso,
  • iniziative per incrementare il lavoro femminile.

Negli ultimi anni, si è rafforzata anche la funzione formativa con l’istituzione di corsi specifici che aiutino soprattutto i più giovani a trovare una loro collocazione nel mercato.

L’iscrizione al centro per l’impiego: requisiti e modalità

Per l’iscrizione, occorre aver compiuto 16 anni (o 15 se assolto l’obbligo scolastico), essere cittadini disoccupati o inoccupati residenti o domiciliati in una provincia italiana.
Per gli stranieri, occorre possedere un permesso di soggiorno valido. L’età massima è 65 anni.

Per effettuare l’iscrizione, occorre recarsi personalmente presso il Centro per l’impiego più vicino (sono, infatti, distribuiti localmente) con documento d’identità e codice fiscale. Presso il centro, si compilerà un modulo ad hoc. È consigliabile portare i documenti interenti l’ultimo contratto di lavoro oltre che un curriculum dei titoli ottenuti aggiornato. Una volta iscritti, si accede ai servizi del centro. È cura dell’ente stesso matchare la offerte delle aziende con la richiesta dei lavoratori, offrendo a questi ultimi possibilità d’impiego. L’iscrizione non è obbligatoria, anche se per alcune aziende (soprattutto pubbliche) potrebbe costituire un prerequisito.

Stato di disoccupazione: chi lo acquisisce?

La disoccupazione è uno dei requisiti per l’iscrizione al CPI. Viene definito disoccupato, secondo la legge 92/2002, chi non svolge attività lavorativa oppure ne svolge una tale da non assicurarsi un reddito annuo superiore a 8.000€ per lavoratori dipendenti o 4.000€ per gli autonomi. Gli inoccupati sono, invece, coloro che non hanno mai svolto alcun lavoro.

Per trovare il centro per l'impiego più vicino al luogo di residenza si può consultare il sito del Governo: Centro per l'impiego. E’ possibile effettuare una ricerca nel catalogo inserendo: regione, provincia e comune. La voce Dettaglio CPI visualizza la scheda del centro con indirizzi, recapiti e tipi di servizi erogati.

Uffici di Milano e Como

  • Indirizzo: Via Leonardo da Vinci, 5, 20094 Corsico MI, Telefono:02 440 7001
  • Indirizzo: Via San Martino, 4, Castelnuovo Bozzente CO, Telefono:031 930764
  • Indirizzo: Via Cavour Camillo Benso, 27, Cantù CO, Telefono:031 712332

 





Potrebbe interessarti

Il contratto collettivo nazionale per i pubblici servizi

Il Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro dei Pubblici Servizi è un documento fondamentale che definisce i rapporti lavorativi tra datori di lavoro, lavoratori e categorie sindacali che operano in questo settore.

Leggi tutto...

Pensione Enasarco: ecco la riforma

La Fondazione Enasarco, istituita nel 1938, è l' Ente Nazionale di Assistenza per gli Agenti e Rappresentanti di Commercio; grazie alla pensione Enasarco, gli oltre 100.000 agenti e rappresentanti di commercio (che lavorano a commissione) che abbiano concluso la loro esperienza lavorativa, possono usufruire di formule pensionistiche integrative. Di seguito un approfondimento sul regolamento da rispettare per usufruirne.

Leggi tutto...

Elenco delle facoltà universitarie: scegli quella che fa per te!

Cosa fare dopo le scuole superiori? Una domanda che milioni di studenti si pongono ogni anno: per questo motivo è opportuno offrire un'ampia panoramica delle principali facoltà universitarie presenti sul territorio, verificandone l'offerta formativa e le possibilità di accesso al mondo del lavoro.

Leggi tutto...

Calcolo della tredicesima per la badante

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Leggi tutto...

Età pensionabile: i nuovi requisiti e criteri della riforma

uomini in età pensionabile

Riportiamo le modifiche dell'età pensionabile derivanti dalla riforma pensionistica e i nuovi limiti e requisiti per presentare la domanda.

Leggi tutto...

I più condivisi

Come presentarsi ai colloqui di lavoro? Non solo consigli sull'abbigliamento!

Che avvenga per email o per telefono, la prima comunicazione con l'azienda costituisce il primissimo momento della valutazione del candidato. È opportuno, durante queste comunicazioni, essere esaustivi e non dimenticare tutti i dati relativi a contatti e dati anagrafici.

Leggi tutto...

Lavoro baby sitter: i compiti, la selezione, il contratto e lo stipendio

Il lavoro di baby sitter è forse sottovalutato. La "tata" è colei che si occupa dei nostri piccoli quando siamo fuori casa. Un mestiere del genere, un tempo tanto importante, oggi sembra essere diventato un'occupazione (preferita dalle giovani) per ottenere un pò di denaro ed avere un lavoro part-time.

Leggi tutto...

Mepa, cos'é e come funziona

Le pubbliche amministrazioni per poter funzionare a dovere devono ovviamente sapersi organizzare in modo strutturato, ordinato ma soprattutto in modo esauriente. I servizi che sono offerti dalle varie PA sono tantissimi ed essi si basano sulla semplice compravendita: la popolazione chiede una prestazione, un bene o un servizio e la pubblica amministrazione, mediante terzi, elargisce il tutto. 

Leggi tutto...

Regime fiscale “forfettino”: tutti i vantaggi!

 

Il regime fiscale agevolato riconosciuto ai possessori di Partita IVA è anche detto forfettino.

Leggi tutto...

Formazione scuola: ICOTEA triplica i vantaggi

Immagine che rimanda alla formazione scolastica

Oggi il settore dell’istruzione è il contesto strategico sul qual investire e la formazione professionale del personale è il punto di partenza per rilanciare il sistema educativo italiano.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavorare nell’agenzia di comunicazione: di cosa si occupa un centro media

L’agenzia di comunicazione è anche definita centro media ed è un intermediario tra impresa e media ed ha il compito di ideare, ottimizzare e monitorare il media planning dell’impresa o dell’istituzione.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Lavoro interinale: normativa e giurisprudenza

contratto di lavoro interinale

Le Agenzie per il lavoro sono imprese private dedicate alla somministrazione di lavoro interinale, ovvero prestazioni lavorative di carattere temporaneo. Questa tipologia è stata introdotta in Italia nel 1977; la normativa per il lavoro interinale ha subito svariate modifiche sino alla cosiddetta Legge Biagi . La L. 30/2003, inoltre, è quella che autorizza proprio queste agenzie.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Contributi co.co.pro: chi, come e quando versarli

I contributi co.co.pro sono versati in parte dal datore di lavoro e in parte dal lavoratore con contratto a progetto. Come i contributi degli altri lavoratori autonomi o dipendenti, i contributi co.co. pro vengono versati per 2/3 della contribuzione Inps dall’azienda, mentre la restante parta (1/3) è versata direttamente dal dipendente.

Leggi tutto...
Go to Top