L'Inpdap è nato nel 1994; il suo termine non è altro che l'acronimo dell'Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica. L'Inpdap svolge il suo lavoro affiancandosi anche ad enti come l' ENPDEP, ENPAS, INADEL e le casse pensionistiche e gestendo tutto quello che riguarda le dinamiche creditizie, previdenziali e sociali dei suoi iscritti.

Scaricare i moduli Inpdap online sul sito inpdap it

Tutta la modulistica fornita dall'Inpdap può essere scaricata direttamente on line. La modulistica Inpdap prevede e fornisce tutti i modelli utili ad accedere ai documenti che servono, nonché a comunicare alcuni suggerimenti, a fare dei reclami, a valutare il servizio offerto dall'ente di previdenza stesso.

Gli strumenti per visualizzare i moduli

La modulistica Inpad (www inpdap it) nfatti tutti i documenti, in formato PDF, per la richiesta di prestazioni, che si possono compilare direttamente on line oppure stampare e poi stilare a mano. Per riuscire a leggere tali moduli, bisogna disporre almeno della versione 8.1 di Adobe Reader.

La modulistica Inpdap per la richiesta di prestazioni si suddivide in:

  • Prestazioni creditizie e sociali
  • Prestazioni pensionistiche
  • Trattamenti di fine servizio e previdenza
  • Posizione assicurativa

Come accedere ai documenti Inpdap

La modulistica Inpdap fornisce anche i moduli per la richiesta di accesso ai documenti amministrativi, per la presentazione di reclami e suggerimenti e per la valutazione del servizio, che si suddividono in:

  • Modulo per la domanda di accesso;
  • Modulo reclamo – suggerimento
  • Modulo reclamo – suggerimento (in tedesco)
  • Scheda di valutazione del servizio
  • Regolamento per l'accesso ai documenti amministrativi

Tutti questi moduli sono forniti sempre in formato PDF e ed possibile unicamente la stampa; andranno dunque successivamente compilati a mano.

Informazioni utili

L’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell'Amministrazione Pubblica è stato soppresso e tutte le sue funzioni ora sono passate all’Inps. Attraverso l’apposito sito tutti i dipendenti statali e i pensionati possono accedere alla varia modulistica e richiedere documenti e chiarimenti di vario genere. Per poter accedere ai servizi online è necessario effettuare una registrazione, durante la quale all’interessato, verrà fornito un pin identificativo, che dovrà essere inserito nel sito ogni volta in cui desidera fare l’accesso.

Com’è stato già detto in precedenza i diversi moduli possono essere stampati e poi compilati a mano oppure è possibile inserire i propri dati direttamente online. La documentazione presente è in formato PDF, quindi è necessario che il computer che si utilizza per eseguire l’operazione abbia il lettore Adobe Reader. Tutta la modulistica è strutturata in modo chiaro, è uguale per tutto il territorio italiano, rispetta le norme sulla privacy e sull’autocertificazione ed infine è personalizzata per ogni tipo di dipendente o pensionato. Tutti i documenti presenti all’interno del sito ufficiale sono divisi in tre parti, che sono illustrate nell’elenco che segue.

  • La sezione anagrafica dove vanno inseriti i dati personali del dipendente. Questa sezione è composta da cinque parti: il titolo, la raccolta dati, la sezione anagrafica, dove deve essere inserito il nome, il cognome, la data di nascita ecc. la sezione domicilio, dove deve essere trascritta la via dove il richiedente ha il domicilio e la sezione recapito, dove va inserito il proprio numero telefonico o un indirizzo e-mail.
  • La sezione tipica del modello che si trova al centro del modulo, che cambia in base al tipo di documento richiesto e che quindi ha una lunghezza variabile.
  • La sezione finale è comune a tutti i documenti presenti nel sito ed è formata da cinque parti: la sezione informativa utenti, che è importante leggere, lo spazio Inpdap, la cui compilazione è riservata all’ente, la delega patronato, che deve essere riempita solo nel caso in cui il dipendente o il pensionato abbia incaricato un patronato di compilare il modulo, la firma dell’interessato e il simbolo che indica la possibilità di stampare su carta il modello.

Nel caso in cui l’interessato incontri delle difficoltà nella compilazione dei documenti può farsi aiutare da un patronato o da un Caf opppure chiedere chiarimenti al numero verde 800105000. 





Potrebbe interessarti


Contributi co.co.pro: chi, come e quando versarli

I contributi co.co.pro sono versati in parte dal datore di lavoro e in parte dal lavoratore con contratto a progetto. Come i contributi degli altri lavoratori autonomi o dipendenti, i contributi co.co. pro vengono versati per 2/3 della contribuzione Inps dall’azienda, mentre la restante parta (1/3) è versata direttamente dal dipendente.

Leggi tutto...

Mobilità Scuola 2018/19: i corsi di perfezionamento per ottenere punteggio

mobilità del personale scolastico

Negli ultimi mesi si è discusso a lungo per il rinnovo del contratto sulla mobilità che interessa più di un milione di lavoratori tra docenti e personale ATA. A febbraio si è giunti, finalmente, alla sottoscrizione di un accordo tra MIUR e sindacati che ha visto la proroga integrale del Contratto sulla mobilità 2017/18 per l’anno scolastico 2018/19.

Leggi tutto...

Il video curriculum: sfrutta questo strumento!

video curriculum

Negli ultimi due anni, il video curriculum ha modificato profondamente l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, negli USA. Anche in Italia, le grandi aziende affermano che la fase di recruiting sarà influenzata dalle nuove video-candidature.

Leggi tutto...

ICOTEA: la formazione innovativa in risposta al mondo del lavoro

Inserirsi nel mondo del lavoro oggi non è facile. Per essere assunti il diploma di laurea sembra non bastare più, ma occorrono sempre più esperienze e competenze extra scolastiche che formino una figura professionale versatile e adattabile a diversi contesti lavorativi.

Leggi tutto...

I livelli del contratto dei metalmeccanici

Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Leggi tutto...

I più condivisi


Lavorare nella comunicazione: le evoluzioni, gli obiettivi e gli strumenti per sfondare!

lavorare nel mondo della comunicazione

Tutti i soggetti partecipanti al mercato comunicano. La comunicazione è di per sé un fattore di costo ma le imprese e anche le organizzazioni no profit decidono di comunicare: per questa ragione trovare un lavoro nella comunicazione può rivelarsi una scelta efficace a patto che si seguano delle linee guida sicure.

Leggi tutto...

La retribuzione del contratto di apprendistato: tutte le formule possibili

Secondo la legge italiana, ovvero secondo il Testo Unico sull’Apprendistato (decreto legislativo 167/2011), il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’occupazione dei giovani. Si tratta quindi una forma contrattuale propedeutica, nelle intenzioni, all’assunzione. 

Leggi tutto...

Dipendente pubblico e Partita IVA: alcune considerazioni

Salve, mi sto preparando per un concorso al Comune di Roma ma contemporaneamente sto anche studiando per prendere il patentino di guida turista, che è la mia vera passione.

Leggi tutto...

Contratto a tempo determinato e maternità: quali procedure?

In caso di scadenza del contratto di lavoro (a tempo determinato), una lavoratrice ha diritto all’indennità INPS per la maternità anticipata o obbligatoria, in base a quanto sancito con la circolare ministeriale del 1 dicembre 2004.

Leggi tutto...

Il contratto Co.co.pro.: tutte le caratteristiche

Il contratto co.co.pro. è nato dalla Legge Biaggi come sostituzione del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (altrimenti detto co.co.co.).

Leggi tutto...

Leggi anche...


Concorso Docenti 2018: come acquisire i 24 CFU

Stretta di mano dopo un concorso docenti 2018

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59/2017, gli aspiranti docenti di scuola secondaria devono sostenere un concorso che verrà bandito per il 2018. Per accedere, si richiedono 24 CFU ( i Crediti Formativi Universitari) nelle materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologia e tecnologia didattica.

Leggi tutto...

Leggi anche...


Malattia Inps: come fare la domanda

fare domanda per la malattia

La domanda di malattia all'Inps può essere richiesta nei casi di malattie che possono limitare le capacità lavorative. I soggetti che possono presentare la domanda di indennità di malattia Inps sono gli operai e gli impiegati del settore terziario e che lavorano nel settore industriale, apprendisti, lavoratori sospesi dal lavoro, lavoratori assunti a tempo determinato o indeterminato. 

Leggi tutto...

Leggi anche...


Lavorare nella moda: passione, stile e guadagno

Un'attività in questo ambito prevede soprattutto un talento e una propensione creativa in grado di far emergere le proprie idee su quelle degli altri. È importante anche seguire le tendenze del momento, creandone di nuove e stare al passo con i cambiamenti e il rinnovarsi dei trend.

Leggi tutto...
Go to Top