La formula del noleggio auto a lungo termine, alternativa virtuosa sia all’acquisto di una vettura che al leasing, è sempre più apprezzata da un pubblico trasversale. Che è composto sia da privati che da aziende e professionisti titolari di una partita IVA. Questi ultimi in modo particolare possono beneficiare di una serie di opportunità (clicca qui), utili a supportare lo sviluppo armonico del business e a incrementare l’autorevolezza nei confronti dei diretti competitor. I tempi del contratto? In genere si va da un minimo di 24 a un massimo di 60 mesi.

Il cambio di passo e il boom dell’NLT, divenuto evidente soprattutto negli ultimi anni, è dovuto a un fattore prettamente culturale. Gli italiani per molto tempo infatti hanno identificato la formula del noleggio con la rinuncia al possesso dell’automobile, inteso spesso come un vero e proprio status symbol. Una volta comprese le potenzialità, i vantaggi e la convenienza del noleggio auto la prospettiva ha però iniziato lentamente a cambiare.

Rispetto al percorso che conduce alla proprietà della macchina, il noleggio innanzitutto non richiede di immobilizzare somme importanti di denaro. Un bel vantaggio anche per il target dei più giovani, che non dispongono ancora di capitali ingenti. Altro aspetto interessante è poi quello relativo alla possibilità di cambiare alla scadenza di ciascun contratto di noleggio la macchina, mettendosi alla guida dell’ultimo modello in fatto di motorizzazione, estetica e accessori. Senza dimenticare che il noleggio a lungo termine per partita IVA assicura un vantaggio cruciale, che si somma alla tranquillità di mettersi alla guida sapendo che le incombenze burocratiche restano a carico della società di noleggio: è quello relativo alla fiscalità. 

I vantaggi legati alla fiscalità per i professionisti con partita IVA

Il noleggio a lungo termine per partita IVA consente infatti di dedurre dal calcolo delle imposte dirette i canoni mensili corrisposti in base al contratto con la società di noleggio. Se la macchina viene utilizzata solo e unicamente come bene strumentale allo svolgimento dell’attività di impresa, allora la deducibilità del canone è massima. Altrimenti la deducibilità si riduce se il veicolo non risulta essere strumentale soltanto all’attività d’azienda o non sia assegnato a un dipendente. Rientrano inoltre nel canone mensile tutta una serie di spese e incombenze che fanno vivere i viaggi e gli spostamenti con un surplus di tranquillità: bollo, assicurazione, manutenzione ordinaria e straordinaria, cambio gomme, soccorso stradale e così via.

auto-mercedes.jpg

Il mondo del noleggio auto a lungo termine è, per sua essenza, costantemente al centro di rivoluzioni e aggiornamenti. Ecco perché per venire incontro alle esigenze di un pubblico sempre più ampio, in particolare i privati e i possessori di partita IVA, le società di noleggio hanno iniziato a offrire la formula senza anticipo. Quest’ultima si caratterizza per la presenza di una rata leggermente maggiore, comunque competitiva, ma anche per l’assenza di alcun tipo di esborso prima di salire a bordo del mezzo e iniziare a guidare. In pratica, il pagamento resta affidato alla corresponsione delle rate del mese.

Potrebbe interessarti

Come presentarsi ad un colloquio di lavoro? Occhio all'abbigliamento

come presentarsi ad un colloquio

Che avvenga per email o per telefono, la prima comunicazione con l'azienda costituisce il primissimo momento della valutazione del candidato. È opportuno, durante queste comunicazioni, essere esaustivi e non dimenticare tutti i dati relativi a contatti e dati anagrafici.

Colloquio motivazionale: vi sveliamo il segreto per affrontarlo!

Immagine per colloquio motivazionale

Dopo aver inviato centinaia di curriculum (per i più fortunati solo decine), è possibile che qualche azienda decida di contattarci per un colloquio motivazionale. E’ importante seguire delle piccole linee guida che possono sembrare banali per qualcuno, ma che per i tipi più ansiosi è meglio tenere a mente.

Reddito riparametrato (equivalente): come si calcola

In periodo di iscrizione all'università, molti studenti sentono parlare la prima volta di reddito riparametrato, o detto reddito equivalente. Ma di cosa si tratta?

I più condivisi

Nido aziendale: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Nido aziendali: vi sveliamo quali sono i vantaggi di questi Asili

Anche nella nostra società "moderna", nella coppia la cura dei figli è affidata quasi sempre alla madre, che si trova costretta a scegliere un lavoro part-time o a rinunciare al proprio lavoro fuori casa. Per tali ragioni, sempre più spesso, le neo-mamme affidano la propria prole a nonni, famigliari o amici. Anche se a volte con non poche preoccupazioni.Durante la propria assenza, una mamma vorrebbe lasciare il proprio figlio in strutture gestite da personale specializzato particolarmente attento all’aspetto pedagogico e al rapporto con i genitori.

Ricerca per singolo codice tributo: i modelli di versamento F23 e F24

immagine per ricerca per singolo codice tributo

In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa la ricerca per singolo codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Stipendio col contratto di apprendistato: tutte le formule possibili

Immagine d'esempio usata nell'articolo Lo stipendio con un contratto di apprendistato: tutte le formule possibili

Secondo la legge italiana, ovvero secondo il Testo Unico sull’Apprendistato (decreto legislativo 167/2011), il contratto di apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato per giovani. Si tratta quindi una forma contrattuale propedeutica, nelle intenzioni, all’assunzione. 

Leggi anche...

Creazione del Curriculum? Ti aiutano gli esperti di OnlineCV!

come scrivere un curriculum vitae

I selezionatori e gli HR impiegano in media solo 7 secondi per valutare un curriculum vitae; durante questi sette secondi, ciò che serve perché il Curriculum possa essere preso in considerazione è che metta subito in evidenza i dati e le informazioni salienti: anagrafica, contatti, esperienza e competenze linguistiche o informatiche, hobby e interessi. La creazione del Curriculum richiede anche la capacità di interpretare le esigenze dell’azienda presso cui ci si sta proponendo e di far combaciare le proprie competenze con quelle che sono le necessità di un’azienda che assume.

Leggi anche...

Finanziamenti europei a fondo perduto: come orientarsi

finanziamenti europei a fondo perduto

La prima cosa da chiarire parlando di finanziamenti europei è che l’Europa eroga fondi in base alle esigenze territoriali inoltrate dai singoli stati membri divisi nelle loro amministrazioni regionali, provinciali, comunali. La gestione dei fondi è sia diretta (bandi di gara pubblicati sulla GUCE – Gazzetta Ufficiale Commissione europea) o indiretta (attraverso enti degli Stati Membri). I finanziamenti a fondo perduto non sono quasi mai erogati nella loro totalità.