Con la legge n.98 del 26 luglio 2010, anche i parasubordinati, gli autonomi occasionali, i lavoratori con contratti co.co.co. e gli associati in partecipazione, possono richiedere la pensione all'Inps; che ha creato gestioni separate (Legge 8 agosto 1995 n. 335) apposite per regolare tali categorie di lavoratori.

Per l'ottenimento della pensione per parasubordinati e autonomi, il lavoratore dovrà iscriversi a alle Gestioni separate, possedere il requisito di anzianità richiesto (65 per gli uomini e 60 per donne) e aver versato almeno 5 anni di contributi.

Età necessaria per richiedere la pensione minima per parasubordinati e autonomi

È eventualmente possibile riscattare la pensione se si dispone di 35 anni di contributi, con età non inferiore ai 60 anni, per i contributi versati sino al 2010, ai 61, per quelli che arrivano al 2013, ai 62 per quelli fino al 2014.

Altra variante possibile, ai fini dell'ottenimento della pensione per parasubordinati e autonomi, e l'aver raggiunto i 40 anni contributivi.

Contributi da versare per richiedere la pensione

I contributi che andranno versati per l'ottenimento della pensione per parasubordinati e autonomi sono calcolati in base al reddito Irpef e si differenziano in base al tipo di lavoratore e di contratto.

  • I professionisti si vedranno addebitare i contributi interamente a loro carico, mentre i collaboratori dovranno pagarli, mediante modello F24, entro il 16 del mese successivo alla riscossione della paga lavorativa.
  • I lavoratori che non sono iscritti aforme previdenziali obbligatoria dovranno pagare un terzo dei contributi e i restanti due terzi saranno di competenza dell'azienda; il contributo totale è del 26,72% e include un 0,72% per eventuali prestazioni altre quali assegni familiari, di disoccupazione o maternità.
  • I possessori di pensione diretta e chi è iscritto a enti previdenziali dovrà infine versare una contribuzione pari al 16%.

Pensione all'estero: chi ne ha diritto?

Anche un italiano che si trasferisce all'estero può riscuotere la pensione. Quando un pensionato si stabilisce fuori dal territorio italiano, può infatti beneficiare degli stessi diritti che aveva precedentemente in Italia.

In merito alla riscossione della pensione all'estero, il Nostro Paese ha inoltre firmato alcune convenzioni internazionali, soprattutto con alcuni stati stranieri con un alto tasso d'incidenza di italiani al suo interno.

In quali Paesi è possibile riscuotere la pensione all'estero

Per un italiano è possibile riscuotere la pensione all'estero nei Paesi dell'Unione Europea (Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lussemburgo, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia, Cipro, Estonia, Lettonia, Lituania, Malta, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Ungheria).

Si può percepire la pensione anche in Svizzera, Novergia, Austria, Liechtenstein, Islanda, e nei paesi extra-europei quali: Stati Uniti d'America, Argentina, Australia, Brasile, Canada, Isole di Capo Verde, Jersey e Isole del Canale, Isole di Man, Croazia, Slovenia, Bosnia Erzegovina, Macedonia, Repubblica Federale di Jugoslavia, Principato di Monaco, Repubblica di San Marino, Tunisia, Uruguay, Venezuela, Svizzera, Tunisia.

Come sommare i diversi periodi di lavoro all'estero: le decorrenze

Per il conseguimento della pensione all'estero è anche possibile sommare i periodi di lavoro nel paese straniero di nuova residenza a quelli italiani, calcolando i contributi versati in entrambi i paesi.

Il pensionato che si trasferisce in uno stato straniero può altresì decidere se continuare a riscuotere la sua pensione in Italia o andare nel luogo in cui si è stabilito.





Potrebbe interessarti

Pagamento in ritardo dello stipendio: cosa fa il lavoratore?

Il diritto alla retribuzione del lavoro è disciplinato dall'art. 36 della Costituzione e dell'art. 2099 del Codice Civile. Con tali articoli si impone al datore di lavoro di rispettare i vincoli contrattuali, compresa la data di erogazione dello stipendio, imposti per legge o dai CCNL a livello nazionale o locale.

Corsi per la sicurezza sul lavoro: perché frequentarli?

nuovi corsi sulla sicurezza sul lavoro

I corsi per la sicurezza sul lavoro vengono proposti in tutta Italia da tantissime organizzazione e da enti sparsi sul nostro territorio: ogni percorso formativo è, solitamente, caratterizzato da una parte teorica e da un apprendimento pratico, fondamentale per comprendere alla perfezione manovre e strategie necessarie per preservare sicurezza e salute sul luogo di lavoro. La formazione si conclude, poi, con dei test di verifica, superati i quali è possibile ottenere delle importanti qualifiche, degli attestati da inserire come risorsa nel proprio curriculum!

Pensione di reversibilità erogata dall'Inps

pensione di reversibiltà

L'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) italiano si occupa da tempo di tutte le dinamiche previdenziali, pensionistiche e assistenziale. L'Inps gestisce inoltre anche l'erogazione e l'emissione di tutte le tipologie di pensione comprese quelle legate ai superstiti, nonché indennizzi particolari.

Permesso parentale: tutte le informazioni di cui hai bisogno

Il permesso parentale è un diritto che viene dato ad entrambi i genitori per ogni bimbo. Si tratta in definitiva della possibilità di astenersi dal lavoro.

Lettera di accompagnamento al curriculum: sai come scriverla?

lettera di accompagnamento

La lettera di accompagnamento del curriculum è un documento che viene inviato in allegato, o addirittura precede, il CV. In un mercato del lavoro che si fa sempre più competitivo e nel quale i titoli di studio iniziano ad essere inflazionati, attirare l’interesse del perito selettore con una nota personale può significare la differenza tra un colloquio positivo ed uno negativo.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Corsi singoli: la nuova offerta Icotea

I corsi singoli sono un’opportunità messa a disposizione di chi, per motivi di aggiornamento culturale e professionale, intende seguire insegnamenti universitari, senza però iscriversi ad un corso di laurea.

Tredicesima mensilità: come si calcola (in base alla tassazione)

calcolare il pagamento della tredicesima

La tredicesima mensilità nasce con il con il CCNL, ovvero il contratto collettivo nazionale di lavoro 5 agosto 1937 e nel 1960, con il Decreto Presidente della Repubblica n. 1070, è diventato un diritto di tutti i lavoratori dipendenti, sia con contratto a tempo indeterminato che a tempo determinato.

Contratto commercio terziario: tutte le informazioni!

Il CCNL commercio o terziario è legato alle categorie dei lavoratori aziendali di questo tipo e comprende tutti quei lavori che si occupano di beni industriali, alimentari, fiori, piante e affini, nonché ti tutto quello che concerne il commercio italiano e straniero e i servizi alle Imprese/Organizzazione, i Servizi di rete e i Servizi alle persone.

Diventare consulente del lavoro: come fare?

come diventare consulente del lavoro

Questa professione lavorativa trova una sua regolamentazione giuridica grazie alla legge del 1964 che istituisce l’apposito Albo mentre dal 1979 può godere del riconoscimento da parte dell’Ordine professionale.

Offerte di lavoro in Liguria

Ampliamo la nostra sezione dedicata alle offerte di lavoro sul territorio nazionale, regione per regione. In questa pagina suggeriamo alcuni dei link utili per chi è interessato alle offerte di lavoro in Liguria. Purtroppo la Regione non sta attraversando un periodo facile per quanto riguarda le assunzioni e la disoccupazione, più che in altre zone del Nord, sta risentendo della pesante crisi economica.

Pensione parasubordinati e autonomi

Con la legge n.98 del 26 luglio 2010, anche i parasubordinati, gli autonomi occasionali, i lavoratori con contratti co.co.co. e gli associati in partecipazione, possono richiedere la pensione all'Inps; che ha creato gestioni separate (Legge 8 agosto 1995 n. 335) apposite per regolare tali categorie di lavoratori.

Leggi tutto...

Lavoro in cooperativa: qual è il suo compito?

Una cooperativa lavoro è una società nata per gestire un'impresa in comune tra più persone; essa è regolarmente disciplinata dall'articolo 45 della Costituzione Italiana. 

Leggi tutto...
Go to Top