Logo AreaLavoro

Il compito dell'ispettorato del lavoro a Roma (Direzione Territoriale del Lavoro) è anche quello di verificare, intervenire su eventuali violazioni in campo lavorativo e svolgere attività di conciliazione e consulenza.

Menu di navigazione dell'articolo

I ruoli del Servizio Ispezione del Lavoro (ex ispettorato del lavoro) hanno lo scopo di favorire il rapporto e l'accordo tra lavoratore e datore di lavoro.

Il ruolo del servizio di ispezione a Roma

Ad esempio, ci si rivolge all'Ispettorato del lavoro a Roma quando bisogna consegnare documenti relativi a richieste di permessi o ricevere sostegno per dimostrare al datore di lavoro o alla società - azienda per cui si è dipendenti nel dimostrare la giustezza delle operazioni legate a visite mediche, richieste di idoneità, periodi di aspettativa, ecc. Il compito principale dell'Ispettorato del lavoro a Roma è dunque quello di assicurare la massima vigilanza per quanto concerne i rapporti fra dipendenti e somministratori di lavoro.

A seconda della classe merceologica e comunque alla categoria professionale a cui si appartiene, ci si può rivolgere nello specifico all'Ispettorato del lavoro a Roma, che viene comunque regolato a livello superiore da un team di funzionari, governati da un ingegnere.

La Direzione territoriale del Lavoro e del servizio politiche del lavoro a Roma, che fino a poco tempo fa si componeva di due servizi/uffici distinti, ora vede accentrare i suoi servizi in Via dei Brighenti, 23 (Zona Portonaccio); dopo la chiusura della sede di Via Cesare De Lollis.

Attualmente, gli incarichi ed i servizi forniti dall'Ispettorato del lavoro a Roma, alle strette dipendenze del Ministero del Lavoro, riguardano principalmente due aspetti, ovvero l'ambito penale e l'ambito amministrativo. Nel primo caso, vengono accertati eventuali reati commessi e l'ispettorato assume i poteri classici della polizia giudiziaria. Nel secondo caso, invece, vengono seguite tutte le norme specifiche previste dall'articolo 689/1981 e da tutte le altre leggi succesive, che orientativamente rientrano in questo ambito del diritto.

Breve Storia

L'Ispettorato del Lavoro a Roma ha una storia ricca e importante nel panorama italiano. Fondata nel corso del XX secolo, questa istituzione svolge un ruolo fondamentale nella tutela dei diritti dei lavoratori e nell'applicazione delle leggi sul lavoro nella capitale italiana.

Le Origini dell'Ispettorato del Lavoro a Roma

L'Ispettorato del Lavoro a Roma è stato istituito per la prima volta negli anni '30 del secolo scorso. Durante questo periodo, l'Italia stava vivendo una fase di cambiamenti sociali e politici significativi. L'introduzione di nuove leggi sul lavoro e la necessità di garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori portarono all'ideazione di questa importante istituzione.

L'Evolvere delle Funzioni 

Nel corso degli anni, l'Ispettorato del Lavoro a Roma ha ampliato le sue funzioni e competenze per rispondere alle esigenze e alle sfide del mondo del lavoro in continua evoluzione. Oltre al controllo del rispetto delle leggi sul lavoro, l'istituzione si occupa di questioni quali la prevenzione degli infortuni sul lavoro, la lotta al lavoro nero e alla tratta di esseri umani, e la promozione di condizioni di lavoro dignitose e sicure.

Contributi dell'Ispettorato del Lavoro a Roma alla Società

L'Ispettorato del Lavoro a Roma svolge un ruolo cruciale nella tutela dei diritti dei lavoratori e nella promozione di un ambiente lavorativo equo e sicuro. Attraverso le sue attività di vigilanza e controllo, l'istituzione mira a garantire che le aziende rispettino le leggi sul lavoro, inclusi gli accordi contrattuali, gli orari di lavoro, la sicurezza sul posto di lavoro e la retribuzione equa. Ciò contribuisce a creare un ambiente di lavoro in cui i lavoratori sono tutelati e i loro diritti sono rispettati.

L'Ispettorato del Lavoro a Roma continua a svolgere un ruolo attivo nella società contemporanea. Attraverso la collaborazione con altre istituzioni e organizzazioni, l'istituzione lavora per affrontare le nuove sfide del mondo del lavoro, come l'emergere del lavoro digitale e la protezione dei lavoratori nella gig economy. Inoltre, l'Ispettorato del Lavoro a Roma fornisce consulenza e informazioni ai lavoratori e alle imprese, contribuendo a creare una cultura del lavoro rispettosa dei diritti di tutti gli attori coinvolti.

Orari e giorni di apertura dell'Ispettorato del lavoro

Direzione Territoriale del Lavoro di Roma

Via Maria Brighenti, 23 - 00159 Sede unica (zona Portonaccio - Tiburtina - Casalbertone)
Centralino 06 43261
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - posta certificata (Pec): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Servizio Politiche del Lavoro

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Vertenze individuali - fax segr. 06 43261844 - Tel. 0643261633 – 064321635 - 064321651
Vertenze collettive e cambi appalti - fax segr. 06 43261666 - Tel. 0643261644 – 0643261608 – 0643261611 - 0643261637

Servizio Ispettorato del lavoro a Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Fax 06 43261050

Ufficio Relazione con il Pubblico

Ispettorato del lavoro a Roma

L’ex Ispettorato del lavoro a Roma ha anche un Ufficio per le Relazioni con il Pubblico (URP), sito in Via M. Brighenti n.23, Piano terra, Palazzina A, struttura preposta alla comunicazione verso i cittadini e le associazioni, che svolge il suo servizio tramite i seguenti recapiti telefonici: Fax 06/43261087 - Tel. 06/43261883 e tramite la mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Responsabile: dell’URP è la dott.ssa Giovanna Raguseo.

Sul sito del Ministero del lavoro è possibile visualizzare le notizie e le informazioni circa l'Ispettorato del lavoro a Roma.

Il contatto mail dell'Ispettorato a Roma a è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nota: ci scusiamo con gli utenti per aver rettificato in ritardo i numeri di telefono aggiornati relativi all'URP.

Quando chiamare l'ispettorato del lavoro?

L'ispettorato del lavoro è un'agenzia governativa che si occupa della tutela dei lavoratori e della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Può essere contattato in caso di:

  • Violazioni delle norme sul lavoro, come il mancato rispetto dei contratti collettivi, il lavoro nero, il lavoro irregolare, il lavoro minorile, il lavoro sottopagato, ecc.
  • Violazioni delle norme sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, come la mancanza di dispositivi di protezione individuale, la mancanza di formazione per i lavoratori, la presenza di rischi per la salute e la sicurezza, ecc.
  • Maltrattamenti sul lavoro, come le molestie, le discriminazioni, le vessazioni, ecc.

È possibile contattare l'ispettorato del lavoro per telefono, e-mail o posta ordinaria. È anche possibile presentare una denuncia online sul sito web dell'ispettorato del lavoro.

Ecco alcuni esempi specifici di quando chiamare l'ispettorato del lavoro:

  • Se il tuo datore di lavoro non ti paga regolarmente, ti paga meno di quanto previsto dal contratto collettivo o ti chiede di lavorare più ore di quelle previste dal contratto.
  • Se il tuo datore di lavoro non ti fornisce i dispositivi di protezione individuale necessari per svolgere il tuo lavoro in sicurezza.
  • Se il tuo datore di lavoro ti fa lavorare in un ambiente di lavoro pericoloso o insalubre.
  • Se il tuo datore di lavoro ti discrimina o ti molesta sul lavoro.

È importante ricordare che l'ispettorato del lavoro è un'agenzia pubblica che è stata istituita per tutelare i diritti dei lavoratori. Non c'è nulla di sbagliato nel chiamare l'ispettorato del lavoro se si ritiene che i propri diritti siano stati violati.

Come si fa una denuncia all'ispettorato del lavoro?

Ecco una guida su come fare una denuncia all'Ispettorato del Lavoro:

  1. Raccolta delle informazioni: Prima di procedere con la denuncia, assicurati di avere tutte le informazioni necessarie, come:
  • Dettagli personali (nome, cognome, indirizzo, etc.)
  • Dettagli del datore di lavoro o dell'azienda
  • Descrizione dettagliata dei fatti e delle violazioni ritenute
  • Eventuale documentazione a supporto (contratti, paghe, ricevute, comunicazioni scritte, etc.)
  • Compilare il modulo di denuncia: Esiste un modulo specifico per la denuncia all'Ispettorato del Lavoro. Puoi trovare il modulo sul sito ufficiale dell'Ispettorato o recandoti direttamente negli uffici territoriali.
  • Modalità di presentazione: La denuncia può essere presentata in vari modi:
    • Di persona: Recandosi presso gli uffici territoriali dell'Ispettorato.
    • Via e-mail: Alcuni uffici territoriali possono accettare denunce tramite e-mail.
    • Via posta: Inviando la denuncia per posta raccomandata all'indirizzo dell'ufficio territoriale competente.
    • Telematicamente: Utilizzando eventuali servizi telematici offerti dall'Ispettorato.
  • Protezione dell'identità: Se temi ritorsioni, puoi chiedere che la tua identità sia tutelata e non venga rivelata durante l'indagine. Tuttavia, è importante notare che l'Ispettorato potrebbe avere bisogno di contattarti per ulteriori informazioni o chiarimenti.
  • Attendere l'indagine: Una volta presentata la denuncia, l'Ispettorato del Lavoro avvierà un'indagine. Potrebbero essere necessari dei controlli presso il luogo di lavoro, interviste con il datore di lavoro e altri dipendenti o richieste di ulteriori documenti.
  • Risultati dell'indagine: Al termine dell'indagine, l'Ispettorato informerà il denunciante sull'esito. In base ai risultati, potrebbero essere avviate sanzioni amministrative o penali contro il datore di lavoro.
  • È sempre consigliabile consultare un avvocato o un sindacato per avere consigli specifici sulla tua situazione e sulle possibili azioni da intraprendere.

    Autore: Laura Perconti

    Immagine di Laura Perconti

    Laureata in lingue nella società dell’informazione presso l'Università di Roma Tor Vergata, Laura Perconti segue successivamente un Corso in Gestione di Impresa presso l'Università Mercatorum e un Master di I livello in economia e gestione della comunicazione e dei nuovi media presso l'Università di Roma Tor Vergata.