Il lavoro serale è una delle strade percorse da tutti coloro che hanno bisogno, specialmente in questo periodo di crisi, di una soluzione alternativa e spesso più remunerativa rispetto al normale lavoro in orario diurno. Lavorare la sera richiede certamente anche un maggiore sacrificio e una eccezionale disponibilità in termini di adeguamento agli orari, che per questa categoria di lavori risultano molto flessibili.

Si tratta di una scelta adatta per lo studente che durante il giorno deve recarsi all'università o studiare, ma anche per il lavoratore part-time che vuole arrotondare lo stipendio. Il lavoro serale può inserirsi per alcune caratteristiche ai lavori stagionali: il fine infatti per i giovani è lo stesso, cioè sfruttare determinati periodi dell’anno (come può essere l’estate ed eventi di grande spessore) o specifici orari del giorno (pub o ristoranti hanno bisogno di personale la sera, cioè quando la gente ha più tendenza ad uscire visto che durante il giorno lavora) per iniziare ad avere un po’ di soldi in tasca o semplicemente per non rimanere senza far nulla.

Esempi di lavoro serale: scopriamo questa attività lavorativa part time o full time

In termini di scelta, il lavoro serale offre un'ampia gamma di possibilità: sicuramente il lavoro serale per eccellenza è quello dietro il bancone di un bar, o comunque un impiego presso qualche locale come pub, pizzerie, ristoranti. Da non dimenticare i lavori nelle discoteche, che sono le protagoniste della movida cittadina e all’interno delle quali lavorano barman ma anche buttafuori, pagati a giornata. Da un po’ di mesi, con l’esplosione dei social network, sta diventando imprescindibile anche la figura del fotografo, che posta il giorno dopo la serata le proprio foto sulla pagina Facebook dove gli utenti con un semplice passo possono condividere o taggare se stessi e i propri amici.

lavoro serale

Non è un caso che in tutti i locali della notte si trovano fotografi che scattano sia foto di gruppo che foto inerenti alla serata. I lavori serali più richiesti sono ovviamente i camerieri: la sera, soprattutto nel weekend, pub e ristoranti si riempiono di gente che va a cena fuori o di amici che si prendono qualcosa da bere e/o mangiare e per questo motivo queste attività commerciali hanno più bisogno di personale. Quasi tutte queste persone, per lo più giovani, vengono pagate a giornata. Molto ricercate anche figure di tutt'altro genere rispetto alle precedenti, ovvero operatori informatici che garantiscano l'efficienza di server o sistemi operativi. Per chiudere questa breve carrellata sulle principali offerte di lavoro di questo tipo, segnaliamo anche la grande richiesta di personale per mansioni quali operatori telefonici, pulizie, turni di guardia.

Chi cerca queste offerte e a chi è diretta questa occupazione? Parliamo di stipendio e guadagni

Il lavoro serale è maggiormente ricercato dai giovani che con questa opportunità vogliono guadagnarsi un po’ di soldi per indipendenza propria o per togliersi alcuni sfizi, come può essere una vacanza in estate o un capo d’abbigliamento molto costoso. C’è anche chi lavora di sera per potersi pagare gli studi ed è il caso di tantissimi studenti universitari che si dividono tra ateneo e lavoro per portare avanti entrambe le attività. Non è facile perchè per fare tutte e due le cose ci vuole molto spirito di sacrificio e volontà: studiare durante il giorno e lavorare la sera non dà nessuna possibilità nè di svago nè di riposo e questo alla lunga potrebbe pesare. Ma le rette universitarie costringono alcuni studenti, come per esempio quelli fuori sede, a dover accettare lavori serali e questo sicuramente è un merito che va dato a questi ragazzi.

Dove trovare offerte per questa tipologia di impiego?

lavoro serale

Ormai il web è diventata la fonte primaria dove poter trovare queste offerte di lavoro. I portali che trattano annunci di lavoro sono tantissimi e bisogna costruirsi un ordine mentale ed iscriversi ai siti giusti per trovare ciò che si desidera. Ecco quindi tutte le migliori offerte di lavoro serale possono essere ricercate nei seguenti siti:

Jobrapido

Cerca lavoro tra tutte le offerte di lavoro Serale pubblicate su tutti i siti di annunci di lavoro.

Motore Lavoro

Trova offerte di lavoro Serale sul più grande motore di ricerca degli annunci. Cerca la tua professione e leggi più di 60.000 offerte. JobisJob Italia Offerte di lavoro serale. Cerca lavoro tra tutte le offerte di lavoro serale. Annunci di lavoro serale. Tutte le offerte di lavoro in Italia.

Alcuni trucchi per affrontare i turni serali

lavoro serale

Uno degli elementi sicuramente più complessi di un lavoro serale è la capacità e il tempo necessari ad abituarsi ai turni, sia che essi siano serali sia che siano notturni.
Come potrete immaginare, essi vengono spesso associati ad una serie di problemi salutari relativi all’aumento del rischio di problemi di metabolismo, difficoltà gastrointestinali e stanchezza mentale perenne che rende, inevitabilmente, il fisico più debole se protratta nel tempo.
Ciò non significa che se il vostro lavoro è uno di quelli serali allora dobbiate abbandonarlo, ma dovrete semplicemente cercare di trovare il vostro equilibrio e quindi vivere una vita che sia sana indipendentemente dai vostri orali lavorativi.
Noi, nel nostro piccolo, abbiamo deciso di raccogliere per voi alcuni consigli pratici che possano aiutarvi a creare la vostra routine di salute.
Per prima cosa è necessario organizzare i propri tempi di sonno: vi sono naturalmente soggetti che non percepiscono affaticamento o sonno lavorando di notte, ma altri percepiscono un senso di privazione. Questo accade perché il nostro corpo è “progettato” per dormire di notte, ognuno di noi è dotato di un orologio naturale che gestisce i nostri ritmi (in relazione ai cicli naturali di luce e buio) con conseguente regolazione dei nostri processi fisiologici.
Ecco alcune accortezze:

  • Non rimandate il riposo: non lasciatevi coinvolgere da Smartphone o Tv;
  • Mangiate e bevete prima di andare a letto: fame e sete possono svegliarvi durante la notte e farvi perdere minuti preziosi;
  • Evitate di bere alcol e di fumareprima di andare a letto, il primo perché diminuisce la qualità del sonno, il secondo perché la nicotina è uno stimolante;
  • Assicuratevi che la vostra stanza sia al buio (anche in previsione della luce del giorno che incombe), silenziosa e alla giusta temperatura.

Un altro elemento a cui occorre prestare attenzione è sicuramente l’alimentazione, quando il ritmo quotidiano si sbilancia, anche il metabolismo varia ed è per questo che pianificare i vostri pasti può aiutare.

occupazione di seraEcco i nostri consigli:

  • Mangiate pasti leggeri e salutari per evitare sonnolenza (tipica dei pasti pesanti);
  • Scegliete cibi veloci da digerire;
  • Tenetevi idratati durante le ore di lavoro;

Infine, l’ultimo consiglio riguarda il tanto apprezzato caffè: la caffeina è uno stimolante che può aiutarvi a rimanere vigili durante l’intero periodo lavorativo, l’uso inadeguato, però, potrebbe causarvi dei problemi, per questo vi consigliamo di prendere piccole dosi frequenti durante la giornata, ma naturalmente ognuno di noi è diverso e quindi dovrete trovare il vostro equilibrio attraverso tentativi.

Potrebbe interessarti

Requisiti per aprire un asilo nido: conosci le normative al riguardo?

aprire un asilo nido

Aprire un asilo nido? Oggi l'iter burocratico per aprire quest'attività è abbastanza chiaro e significa l'inizio di una attività imprenditoriale a tutti gli effetti. In primis è bene considerare la domanda per tale tipo di servizio. Oggi in Italia si registrano più di 3000 asili nido pubblici, oltre alcune centinaia di strutture per l'infanzia convenzionate; ciò nonostante sono numerosi i bimbi sotto ai 3 anni esclusi dalla graduatoria dagli asili nido pubblici.

Come scrivere un autocertificazione e i casi in cui utilizzarla

La dichiarazione sostitutiva di certificazione può essere necessaria anche nel campo lavorativo.

Lavoro congruo: scopriamo insieme le norme a favore dei lavoratori

La circolare del ministero del lavoro nr. 39 del 19 novembre 2010 esige, mediante l'articolo 19 del decreto legge 185/2008, l'obbligo per il lavoratore che percepisce una prestazione di sostegno al reddito di dichiararsi disponibile a una nuova attività, nota anche come lavoro congruo, oppure a un percorso di riqualificazione professionale, per percepire gli incentivi statali.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

Abilitazione all'Insegnamento alla scuola secondaria: dalla SSIS al TFA

Come scegliere un master di abilitazione insegnamento scuola secondaria

E' ormai un dato certo il passaggio del testimone dell'abilitazione all'insegnamento da SISS al TFA: si parla dei tirocini formativi attivi, ovvero il corso che va ad abilitare l'insegnamento nelle scuole di 1 e 2 grado. Il tirocinio annulla definitivamente le Scuole di Specializzazione dell'Insegnamento Secondario, non più funzionanti dall'anno di corso 2008/2009.

Livelli contrattuali del settore metalmeccanico: ecco un approfondimento

Immagine usata per illustrare l'articolo I livelli del contratto dei metalmeccanici

Oggi parliamo dei Livelli contrattuali del settore metalmeccanico. Per assumere un lavoratore le suddette imprese devono rispettare quanto stabilito dalla legge e dal CCNL Metalmeccanici.

Contratti con Partita Iva: ecco quali tipologie esistono

Immagine esemplificativa contenuta nell'articolo Contratti con Partita Iva: ecco quali tipologie esistono

Il contratto con partita Iva prevede in primis l'inserimento del lavoratore, con annessa iscrizione, alla Gestione Separata dell'Inps.. Molte persone, oggi più che nel passato, tendono a lavorare con diverse tipologie di contratto, da quello a tempo indeterminato tradizionale fino a quello cosiddetto con partita Iva. Ciascun genere di forma contrattuale offre vantaggi e svantaggi. 

Leggi anche...

Come funziona il recupero crediti? Ti spieghiamo come organizzarti

Come funziona il recupero crediti

L'attività di recupero crediti consente ad aziende e privati di essere tutelati nei loro diritti, consentendo infatti l'incasso di un credito che non è stato possibile ottenere.

Leggi anche...

CCNL Artigianato: un approfondimento che non ti puoi perdere

ccnl artigianato

Il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) è riservato a tutti i tipi di lavoratori delle aziende appartenenti ai settori legati al commercio e al terziario.