La riscossione della pensione rappresenta una fra le cose maggiormente importanti per il lavoratore, specialmente per vivere, dopo la fine del periodo di lavoro, una vita comoda. Dal Primo Gennaio 2012 è entrato in vigore la riforma delle pensione e delle finestre pensioni. Tale manovra è disciplinata dal decreto legge numero 201 del 2011 (legge 214).

Quali linee generali comprende il Decreto Monti sulle finestre pensioni

La riforma legata alle finestre pensioni punta soprattutto a rendere uguale per tutti l'età pensionabile; nel 2022 sarà infatti per chiunque di 67 anni, ad esclusione di chi ha un periodo lavorativo di più di 41-42 anni, ai quali viene invece concessa la pensione anticipata. Anche chi a eseguito dei lavori pesanti, come operai ecc., potranno andare in pensione seguendo le direttive delle pensioni precedenti alla riforma.

Le finestre pensioni e la relativa divulgazione del decreto puntano anche a tutelare i lavoratori in mobilità che acquistavano assegni di sostegno al reddito. Con le nuove norme possono godere della pensione subito e non dopo molto tempo dallo scadere del trattamento dell'indennità; sarà poi l'Inps a definire le dinamiche di emissione e le direttive legate a queste modifiche.

L'Inps, secondo quanto previsto dal decreto sulle pensioni, può avere voce in capitolo solo sulle direttive legate all'anno 2011. E' comunque possibile controllare tutti i dati rintracciati dall'Inps fino al 2017 ed è possibile visionare l'interno documento del Ministero, per avere ulteriori informazioni riguardanti l'intera riforma finestre pensioni

Finestre Pensioni: altre novità legate alla Riforma Monti sulle pensioni

finestre di pensione

La Manovra sulle finestre pensioni prevede inoltre molte altre variazioni rispetto alle precedenti norme che regolavano il mondo pensioni e le dinamiche di riscossione e contribuzione. Altre novità legate alla Riforma Monti sulle pensioni sono infatti relative all'eliminazione del sistema di pensionamento legate alle quote (riforma Fornero - legge numero 247 del 2007).

È stata invece immessa la pensione anticipata con 41 anni e un mese di contributi, per le donne, e 42 anni e un mese per gli uomini. Evidenti riduzioni pensionistiche sono però previste per coloro che prendono la decisione di andare in pensione prima dei 62 anni, con dei tagli dell'1% all'anno.; per chi vuole andare in pensione prima dei 60 anni, le riduzioni saranno infine del 2% all'anno.

Riforma pensioni: aggiornamenti 2014

Il tema delle pensioni è sempre di stretta attualità e in un Paese come l’Italia, dove ci sono molte persone che già sono in pensione e tante altre in dirittura d’arrivo, è chiaro che questo argomento diventa sensibile da trattare. Non è un caso che tutti i Governi che si sono succeduti hanno prima o poi parlato di una riforma delle pensioni. Anche con il Governo Renzi sono uscite ipotesi di riforme, come quella del sottosegretario al Ministero dell’Economia che pensava a un’uscita anticipata con un assegno pensionistico però più basso. La cura Monti ha creato il cosiddetto popolo degli esodati, coloro che erano vicini ad andare in pensione ma che con la riforma dell’ex premier si sono trovati in una situazione drammatica. Molto spesso infatti questi lavoratori decidevano insieme ai datori di lavoro un’uscita anticipata dal posto alla soglia della pensione, che però è stata allungata nei tempi e nelle finestre. Il problema è che le cifre esatte sugli esodati sono state sempre ritoccate versol’alto e ancora oggi rappresentano un problema di difficile soluzione.

Le questioni da risolvere

Rimangono però sul tavolo ancora diverse questioni da risolvere, che riguardano quelle tipologie di lavoratori come le donne, i lavori usuranti e quelli precoci. Sulla prima categoria si sta pensando a un Opzione contributivo donne anche se sul tema ancora non c’è stata una presa di posizione da parte dell’esecutivo. Sulle altre due categorie, una parte della maggioranza targata Forza Italia propone delle modifiche sul tema, chiedendo che sia messa in pratica più flessibilità per quanto concerne l’uscita dal lavoro. Il problema principale resta come reperire i fondi e dove trovare le risorse economiche per finanziare il tutto.

Le pensioni d’oro

Le pensioni d’oro, ossia quegli assegni pensionistici da migliaia di euro, sono state al centro di un scontro ideologico; in molti suggerivano un drastico taglio mensile per queste persone rispetto a chi arriva a malapena a 600 euro. Le ipotesi in campo sono state diverse, tra chi prevedeva un contributo di solidarietà e chi invece come il commissario alla spending review Cottarelli un taglio per le pensioni sopra i 2 mila euro. Recentemente invece il Presidente del Consiglio Renzi ha dichiarato che le pensioni non saranno toccate: questo perchè non vale la pena allarmare tutte queste persone per recuperare 100 milioni di euro, preferendo altri tipi di tagli e manovre per reperire le risorse necessarie per attuare i progetti dell’esecutivo dell’ex sindaco di Firenze.





Potrebbe interessarti

Tasse università a Firenze: quando, come e dove pagarle

Ecco una guida per chi desidera avere informazioni generali circa le tasse università a Firenze e nelle altre università italiane. E’ bene specificare che ogni ateneo e facoltà utilizza degli iter differenti per il pagamento delle rette universitarie. In linea generale però, le università pubbliche seguono le indicazioni riportate di seguito in questa pagina.

Pratica legale forense per diventare avvocato

Una volta laureato, il praticante deve iscriversi al Consiglio dell'Ordine degli Avvocati del tribunale di residenza. Questo primo step per iniziare la pratica legale è legato alla presentazione di alcuni documenti (certificato di nascita, residenza, cittadinanza, ecc..) fotografie, titoli di studio e quant'altro richiesto dall'Ordine degli Avvocati del territorio. 

Regime fiscale “forfettino”: tutti i vantaggi!

 

Il regime fiscale agevolato riconosciuto ai possessori di Partita IVA è anche detto forfettino.

Concorsi statali, pubblici e regionali: la guida completa, non la perdere!

cercare concorsi pubblici

In quanti ambiscono un lavoro nel settore pubblico? Perché il tanto ambito posto fisso oggigiorno è così importante per la tranquillità lavorativa? I concorsi statali - pubblici rappresentano per molti un’occasione per accedere lavorativamente nella P.A e guadagnarsi così un contratto a tempo indeterminato.

Ritardo nel pagamento dello stipendio: cosa fa il lavoratore?

Immagine d'esempio usata nell'articolo Ritardo nel pagamento dello stipendio: cosa fa il lavoratore?

Il diritto alla retribuzione del lavoro è disciplinato dall'art. 36 della Costituzione e dell'art. 2099 del Codice Civile. Con tali articoli si impone al datore di lavoro di rispettare i vincoli contrattuali, compresa la data di erogazione dello stipendio, imposti per legge o dai CCNL a livello nazionale o locale.

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Offerta del giorno su Amazon

I più condivisi

Facoltà di Scienze Umanistiche

Immagine esemplificativa utilizzata all'interno dell'articolo Facoltà di Scienze Umanistiche

La Facoltà di Scienze Umanistiche mira ad offrire una formazione umanistica aggiornata con l’ausilio delle metodologie più moderne, con l'intenzione di condurre gli studenti ad attivare un occhio critico per guardare il mondo contemporaneo in tutta la sua complessità e in tutte le sue metamorfosi.

Regime fiscale “forfettino”: tutti i vantaggi!

 

Il regime fiscale agevolato riconosciuto ai possessori di Partita IVA è anche detto forfettino.

Diventare scrittore: corsi di scrittura creativa e concorsi letterari

Per diventare scrittore è importante coltivare la passione per il libri

Come fare per diventare scrittore? Una domanda a cui risulta sempre più difficile rispondere. Oggi per diventare scrittore serve soprattutto una grande passione; ancor più che in passato accade che talenti letterari vengano scoperti solo dopo anni di rifiuti (es. Saviano e Dan Brown).

Cassa integrazione: ecco come funziona davvero. Scoprilo con noi

Immagine esemplificativa di soldi della cassa integrazione

La cassa integrazione è un intervento dello Stato richiesto dalle aziende o dalle società che hanno gravi difficoltà finanziare e si concede per un periodo di tempo limitato. Il fine della cassa integrazione è quello di aiutare il titolare dell'azienda a risanare la sua situazione economica, in maniera da evitare la chiusura dell’attività e una conseguente perdita del lavoro, di coloro che avevano impiego nell’azienda. Esistono 2 differenti tipi di cassa integrazione, l'ordinaria e la straordinaria.

Calcolo della tredicesima per la badante: ecco alcuni spunti interessanti

Immagine esemplificativa che riguarda l'articolo  Calcolo della tredicesima per la badante: ecco alcuni spunti interessanti

Coloro che svolgono lavori domestici, come le colf e le badanti devono essere regolarizzate, soprattutto se provenienti da Paesi esteri, per poter esercitare tale professione senza problemi.

Leggi anche...

Concorso Docenti 2018: come acquisire i 24 CFU

Stretta di mano dopo un concorso docenti 2018

Secondo quanto stabilito nel D. Lgs. n. 59/2017, gli aspiranti docenti di scuola secondaria devono sostenere un concorso che verrà bandito per il 2018. Per accedere, si richiedono 24 CFU ( i Crediti Formativi Universitari) nelle materie antropo-psico-pedagogiche e in metodologia e tecnologia didattica.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Portale Mepa: cos'é e come funziona, una breve guida

spiegazione del portale mepa

Le pubbliche amministrazioni per poter funzionare a dovere devono ovviamente sapersi organizzare in modo strutturato, ordinato ma soprattutto in modo esauriente. I servizi che sono offerti dalle varie PA sono tantissimi ed essi si basano sulla semplice compravendita: la popolazione chiede una prestazione, un bene o un servizio e la pubblica amministrazione, mediante terzi, elargisce il tutto. 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Turni di lavoro e del riposo settimanale: parte integrante di un piano d'Impresa

turni di lavoro

In base all’art. 1, comma 2, lett. b), D.Lgs. n. 66/2003 si intende per “periodo di riposo” qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro (pause, riposi giornalieri, riposi settimanali, ferie). Il riposo giornaliero, in base a tale decreto legislativo, consiste nel diritto del lavoratore a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, ad eccezione:

Leggi tutto...
Go to Top