Prima specifica da fare relativa ai permessi retribuiti è che questi sono differenti dalle ferie. Il diritto di ogni dipendente di godere di alcuni giorni di ferie ogni anno è sancito dalla Costituzione, la misura in cui essi sono maturati e possono essere goduti è fissato dai CCNL; mentre la misura e la modalità in cui si possono utilizzare i permessi retri sono dettati dai contratti collettivi.

I permessi pagati richiesti per necessità del lavoratore

I permessi retribuiti sono richiesti in base alle necessità personali del lavoratore, non sempre quindi possono essere concordati con il datore di lavoro (pensiamo ad esempio ai permessi retribuiti per gravi motivi familiari o per lutto). Inoltre spesso l'anticipo con cui il dipendente richiede i permessi retribuiti è molto breve. In ogni caso, anche se in forma minore rispetto ai ROL o alle ferie, il datore può opporsi.

E' da considerare che ad un'azienda, solitamente, grava di più il costo dei permessi retribuiti rispetto alla retribuzione legata ai giorni di ferie. Per tale ragione l'impresa tende a far si che i propri dipendenti usufruiscano prima dei permessi e poi delle ferie. A fine anno infatti, i permessi e le ferie non goduti devono essere liquidati al lavoratore in busta paga.

Quali sono i casi in cui il lavoratore può goderne?

richiedere i permessi retribuiti

I CCNL solitamente riconoscono i permessi retribuiti per i casi seguenti:

  • Lutto Il lutto per la morte del coniuge o di un parente entro il secondo grado o di affini di primo grado o di un soggetto componente la famiglia anagrafica del dipendente. I permessi per lutto riconoscono il diritto al lavoratore di assentarsi dal lavoro per tre giorni consecutivi entro i sette giorni successivi alla data del decesso.
  • Concorsi ed esami. Il dipendente ha diritto ad un massimo di otto giorni all'anno di permessi retribuiti per partecipare a concorsi o esami.
  • Matrimonio. In caso di nozze, il lavoratore ha diritto a 15 giorni (incluso quello della cerimonia) consecutivi di permessi retribuiti. Il dipendente può godere di tali permessi durante l'anno solare in cui si è congiunto in matrimonio. I permessi retribuiti per il matrimonio non influiscono sui giorni di ferie maturati e sono considerati ai fini dell'anzianità di servizio.
  • Nascita figli. In tal caso i beneficiari dei permessi retribuiti sono i papà che possono godere di circa 3 giorni di assenza dal lavoro pagata.
  • Gravi motivi personali o familiari. E' l'Ufficio del Personale dell'azienda che valuterà se la motivazione che spinge il lavoratore a richiedere un permesso retribuito possa o meno rientrare tra i “gravi motivi personali”. I permessi retribuiti per gravi motivi familiari o personali corrispondono a 3 giorni ogni anno convertibili, sotto richiesta e previa accettazione da parte dell'Ufficio del Personale, in 18 ore annuali.
  • Documentata grave infermità. L'infermità può essere relativa: al coniuge, anche legalmente separato, o di un parente entro il secondo grado, anche non convivente,o di un soggetto componente la famiglia anagrafica del dipendente. I permessi derivanti dalla grava infermità di una persona cara possono essere massimo tre giorni all'anno da godere entro 7 giorni dall'insorgenza della grave patologia oppure il dipendente può fare richiesta di una riduzione dell'orario pari al numero di ore di lavoro previste nei giorni di permesso che il dipendente interessato intende sostituire.

Se ti interessa questo argomento, potrebbero interessarti anche le pagine di area lavoro dedicate alla retribuzione e ai diritti dei lavoratori. Hai mai calcolato il tuo stipendio netto? Se il tuo CCNL di riferimento, lo stabilisce, tu hai diritto alla Tredicesima mensilità e al versamento della quattordicesima.





Potrebbe interessarti

Condono fiscale 2019: tutto quello che devi sapere

come funziona il condono fiscale per il 2019

Per tutti coloro che si trovano impegnati in un contenzioso di tipo tributario oppure fiscale con lo Stato, negli ultimi mesi si è prospettata la possibilità di chiuderlo in modo definitivo e senza grossi esborsi di natura economica.

Ricerca per singolo codice tributo: i modelli di versamento F23 e F24

immagine per ricerca per singolo codice tributo

In questa pagina cercheremo di fornirvi tante più informazioni possibili circa la ricerca per singolo codice tributo da inserire nei modelli di versamento F23 e F24. Per dichiarare e pagare le imposte e le tasse, il contribuente infatti deve identificarle attraverso il codice tributo.

Calcola la rivalutazione del TFR: quando è prevista e come calcolarla

Scopri tutto sul tfr

Capita spesso che per motivi di vario genere si verifichi la fine del rapporto di lavoro; le cause della conclusione di un percorso lavorativo e della decisione, da parte del datore di lavoro o del lavoratore stesso, di recidere il contratto possono essere tante.

Finestre Pensioni: le nuove norme introdotte

finestre di pensione

La riscossione della pensione rappresenta una fra le cose maggiormente importanti per il lavoratore, specialmente per vivere, dopo la fine del periodo di lavoro, una vita comoda.

Livello CCNL: tutto quello che devi sapere sui quattro livelli

Immagine d'esempio usata nell'articolo Livello CCNL: tutto quello che devi sapere!

Ciascun CCNLsi basa su l’accordo di diversi soggetti in merito a determinate materie. In base al livello del CCNL vengono prese decisioni diverse, ma significative per la contrattazione stessa.

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

I più condivisi

La cassa previdenza per i commercialisti: aliquote e modalità d'iscrizione

La cassa previdenza per i commercialisti: aliquote e modalità d'iscrizione

In materia di pensione, previdenza e assistenza legata ai lavoratori professionisti e ai lavoratori autonomi esistono casse di previdenza speciali create appositamente per queste categorie lavorative.

Turni di lavoro e del riposo settimanale: parte integrante di un piano d'Impresa

turni di lavoro

In base all’art. 1, comma 2, lett. b), D.Lgs. n. 66/2003 si intende per “periodo di riposo” qualsiasi periodo che non rientra nell’orario di lavoro (pause, riposi giornalieri, riposi settimanali, ferie). Il riposo giornaliero, in base a tale decreto legislativo, consiste nel diritto del lavoratore a 11 ore di riposo consecutivo ogni 24 ore, ad eccezione:

Congedo di paternità: ecco come funziona davvero

Quando spetta il congedo di paternità

Il congedo in caso di paternità, fra le novità della Riforma Fornero, è riportato nel comma 24 dell’articolo 4, allo scopo del sostenimento della genitorialità, promuovendo una  maggiore condivisione dei compiti per curare i figli.

Green Manager, i manager del futuro

Il mercato del lavoro è divenuto gioco forza uno dei temi più discussi nel Paese; la crisi globale che ha colpito anche l’Italia ha posto ulteriori problematiche a tutti quei giovani in cerca di un posto di lavoro per garantirsi il futuro.

Lavoro part time online: le soluzioni più idonee per te in questa guida

Immagine usata nell'articolo Lavoro part time online: le soluzioni più idonee per te in questa guida

Cerchi lavoro part time online? Ecco un approfondimento in cui illustriamo i siti su cui trovare offerte idonee per te.

Leggi anche...

Direzione Provinciale del Lavoro: contatti e indirizzi

Direzione Provinciale del Lavoro

La Direzione Provinciale del Lavoro (o anche DPL) è l'ente territoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali presente in ambito provinciale

Leggi tutto...

Leggi anche...

Licenziamento per il contratto a tempo indeterminato

Immagine usata per illustrare l'articolo Licenziamento per il contratto a tempo indeterminato: conosci i casi e le procedure?

Prima di parlare del licenziamento a tempo indeterminato è necessario ricordare che il contratto a tempo indeterminato è disciplinato dall'art. 2094 del Codice Civile che, all’Art. 2094.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Manovra anti-coronavirus: ecco le norme del decreto a sostegno dell'Italia

La manovra anti-corona virus è stata approvata oggi a seguito di un’importante riunione del Consiglio dei Ministri. È stata infatti finalmente approvato il decreto denominato "Cura Italia". In esso sono contenute le norme a sostegno dell’Italia e le misure economiche necessarie a rispondere all'emergenza dovuta al coronavirus.

Leggi tutto...
Go to Top